L'Audace Cerignola perde anche a Molfetta: non basta il gol di Tedesco

18.10.2020 18:55 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: lanotiziaweb.it
L'Audace Cerignola perde anche a Molfetta: non basta il gol di Tedesco

Non riesce a rialzarsi l’Audace Cerignola, nuovamente a mani vuote nella trasferta di Molfetta, con i locali che si impongono 2-1 in rimonta: un match equilibrato e combattuto, nonostante le occasioni create, per i gialloblu si fa sempre più concreto il problema della finalizzazione. Numerose le novità proposte in formazione da Pazienza, che cambia modulo: in porta c’è Tricarico, difesa totalmente nuova con il trio Acampora-Allegrini-Syku; Muscatiello in mediana e la coppia d’attacco formata da Tedesco e Leonetti, indisponibili Silletti e Achik. Bartoli schiera il consueto 3-5-2 e anch’egli modifica qualcosa: in avanti ad affiancare Mingiano c’è Ventura, a centrocampo Gogovski parte dalla panchina. Primo tempo assai vivace, la prima schermaglia arriva al 9′ ad opera degli ospiti: Russo dalla sinistra mette al centro un pallone invitante che né Leonetti né Tedesco riescono ad indirizzare verso la porta. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere, Lavopa calcia fuori da ottima posizione, a poca distanza da Tricarico due giri di lancette più tardi. Ancora l’Audace pericoloso al 23′, quando Tedesco con un diagonale sembra destinato alla rete, ma la conclusione è appena larga. I ritmi sono elevati e la squadre si fronteggiano senza particolari tatticismi, tant’è che Allegrini avanza palla al piede fino al limite dell’area, Tucci si disimpegna bene su Leonetti. Il Molfetta non sta a guardare, anzi: i ragazzi di Bartoli si fanno insidiosissimi sui calci piazzati, come al minuto 31, quando Tricarico risponde presente su Caprioli, poi il centrocampista coglie il montante dalla battuta del corner. Al 35′ il punteggio si sblocca con la vincente progressione di Tedesco, che resiste ad un avversario e trafigge imparabilmente Tucci in uscita. Sul finale di frazione i biancorossi imprecano contro la sfortuna in rapida successione: Caprioli su punizione trova l’inzuccata di Pinto che si infrange sulla traversa, pochi istanti dopo Mingiano spreca tutto solo davanti a Tricarico. Si va all’intervallo con gli ofantini avanti, abili a colpire sfruttando una disattenzione avversaria, e un Molfetta non assistito dalla buona sorte sia per i legni sia per l’imprecisione dei suoi uomini.

Bartoli al rientro dagli spogliatoi mette dentro Varriale per Lamacchia: che il Molfetta sia tutt’altro che rassegnato lo si vede proprio ad inizio della ripresa. E’ Caprioli a realizzare il pareggio al 55′, disegnando una traiettoria sulla quale stavolta Tricarico non può nulla. Quattro minuti più tardi, Mingiano perfeziona il sorpasso scagliando una sassata mancina dai venti metri centrando il sette. Pazienza modifica sensibilmente i suoi undici, con tre sostituzioni contemporaneamente: Barrasso, Colucci e Battista rispettivamente per Alfarano, Conti e Muscatiello. I gialloblu provano a rimettersi in parità: Allegrini svetta bene sul tiro dalla bandierina di Battista ma è solo traversa, Tucci respinge su Esposito (67′). Dentro anche Verde per Leonetti, il Cerignola si profonde in uno sforzo encomiabile ma spreca troppo in zona gol: Tedesco è bravo a soffiare palla ad un difensore, peccando nella circostanza di precisione non imitando l’azione del primo tempo. Si arriva così nel recupero, in cui Verde non va lontano dal 2-2 inzuccando sul piazzato di Battista e si annota l’espulsione di Acampora per doppia ammonizione. Al 97′ l’arbitro chiude le ostilità: il Molfetta festeggia la seconda vittoria stagionale, le “cicogne” devono invece rimandare ancora l’appuntamento con la prima gioia.

Due punti in quattro giornate e l’ultimo posto in classifica: questo racconta il primissimo scorcio di stagione per gli ofantini, anche l’appiglio della prestazione discreta non basta da solo, se non accompagnato da punti. E’ necessaria una immediata sveglia, soprattutto per rinvigorire un morale indubbiamente basso: domenica prossima al “Monterisi” ci sarà il Portici, oggi vittorioso in casa al 95′ per 3-2 sul Real Aversa.

MOLFETTA-AUDACE CERIGNOLA 2-1

Molfetta (3-5-2): Tucci, Pinto, Diallo, Dubaz, Afri, Marolla (70′ Romano), Caprioli (79′ Gogovski), Lavopa, Lamacchia (46′ Varriale), Mingiano (89′ Forte), Ventura (81′ Saani). A disposizione: Rollo, Monteduro, Reale, Triggiani. Allenatore: Renato Bartoli.

Audace Cerignola (3-5-2): Tricarico, Acampora, Allegrini, Syku, Alfarano (62′ Barrasso), Muscatiello (62′ Battista), Esposito, Conti (62′ Colucci), Russo, Leonetti (70′ Verde), Tedesco. A disposizione: Chironi, Amabile, Monopoli, Pertosa, Salvemini. Allenatore: Michele Pazienza.

Reti: 35′ Tedesco, 55′ Caprioli (M), 59′ Mingiano (M).

Ammoniti: Lavopa, Caprioli, Diallo, Tucci (M); Alfarano, Acampora (AC). Espulso: Acampora (AC) al 95′ per doppia ammonizione.

Angoli: 2-2. Recuperi: 2′ pt, 7′ st.

Arbitro: Gianquinto (Parma). Assistenti: Bertozzi (Cesena)-Scardovi (Imola).