Montebelluna, Tronchin e Nardi: dai campi di periferia alle sfide contro Milan e Juventus

16.09.2020 20:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Fonte: Prodeco Montebelluna
Foto di © Juventus.com
Foto di © Juventus.com

"Ho sempre visto questi giocatori solo alla Playstation” ha detto il nuovo acquisto americano della Juventus. Deve essere un po’ quello che hanno pensato anche i talenti biancocelesti del Montebelluna Simone Tonchin e Filippo Nardi, dopo aver disputato le prestigiose amichevoli contro Milan e Juventus, con le rispettive maglie del Vicenza e del Novara.

Nonostante le loro strade non si siano incrociate nei campetti di allenamento della cantera biancoceleste, Tonchin e Nardi hanno in comune un percorso calcistico che li ha visti disputare un Campionato di Serie D da esordienti protagonisti, prima di sbarcare nel mondo dei professionisti.

Filippo, al Novara dalla stagione 2016-2017, ha esordito in Serie B il 7 Maggio 2017 contro il Cesena. Nella stagione 2018-2019 ha collezionato 22 presenze nella serie cadetta arrivando a disputare anche gli ottavi di finale di Coppa Italia contro la Lazio di Ciro Immobile e Milinkovic Savic, di cui conserva la maglietta.

In questo inizio di stagione ha potuto assaporare la doppia amichevole con il Milan di Ibrahimovic e la Juventus di Cristiano Ronaldo, non proprio due sconosciuti.

“Non è la prima vola che incontro Milan e Juve in amichevole, ma è sempre una grande emozione. Ibrahimovic è una montagna e Cristiano Ronaldo fa sempre la differenza. Ho portato a casa la maglia di Theo Hernandez e Chiellini. E oggi ci aspetta un altro test impegnativo contro l’Atalanta.”

Anche per Tonchin, centrocampista classe 2002 acquistato recentemente dal Vicenza, l’amichevole con il Milan è stata un sogno ad occhi aperti.

“Anche se tifo Inter è stata una bellissima esperienza, giocare contro una squadra così importante non capita tutti i giorni. Se lo scorso anno mi avessero detto che avrei giocato con la maglia del Vicenza, contro Milan, Lazio e Udinese, non ci avrei mai creduto".

Questo è il bello del Calcio.