Turris, mister Fabiano: "Colantonio è scoraggiato. Io spero di..."

06.04.2020 21:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: tuttoturris
Turris, mister Fabiano: "Colantonio è scoraggiato. Io spero di..."

In attesa di conoscere le nuove evoluzioni dell’emergenza legata al Coronavirus, anche il mondo del calcio, nonché quello corallino, naviga a vista senza sapere cosa ne sarà dell’attuale campionato, diviso tra l’ipotesi di una ripresa sprint in estate o quella di uno stop definitivo, con probabile congelamento delle attuali classifiche.

Sul punto Tuttoturris ha ascoltato il tecnico Franco Fabiano che, prima della pandemia, stava conducendo la squadra della sua città verso le porte del professionismo: “Premesso che la priorità di tutti è la salute, da uomo di campo quale sono spero ancora di poter portare a termine questo campionato e di vincerlo sul campo, anche perché tornare a giocare significherebbe aver superato l’emergenza. Credo che ci siano ancora i margini per poterlo fare tra giugno e luglio, ma tutto dipende dai risultati delle misure di contenimento del virus. Ovviamente, vada come vada, qualsiasi soluzione avrà il sapore di un ripiego. Dovessimo conquistare la C, che sia in campo o d’ufficio, non avrebbe più lo stesso sapore dopo un dramma di tali proporzioni, che ha provocato migliaia di morti. Sarebbe una gioia strozzata in gola…”.

Sullo scenario di una ripresa del campionato, mister Fabiano ammette: “Se si dovesse riprendere, si tratterebbe di un altro campionato, come se ricominciassimo da zero. E prevarrebbe la squadra che avrà saputo reggere di più dal punto di vista mentale in questa fase di sosta forzata. Ed è per questo che rimango in contatto costante con la squadra e con lo staff atletico. Dobbiamo essere pronti a qualsiasi scenario e dobbiamo seminare ora per poter raccogliere eventualmente quando si riprenderà, senza trascurarsi e salvaguardando la propria condizione psicofisica. Qualora non si potesse continuare, credo che la soluzione più giusta sarebbe quella di emanare i verdetti tenendo conto delle attuali classifiche, anche perché gran parte della stagione è stata comunque disputata”.

Sulle parole del presidente Colantonio, apparso scoraggiato e dubbioso sul futuro calcistico della Turris alla luce della recessione economica che si prospetta: “E’ normale che il presidente sia sconsolato, anche la sua attività risentirà fortemente della crisi legata al blocco della produzione. Ma sono convinto che sicuramente darà continuità al progetto che ha iniziato da quando è al timone della Turris, attraverso intelligenza e oculatezza. Logicamente andranno rivisti i programmi iniziali, perché sarà un calcio molto più povero rispetto a quello che abbiamo lasciato, ma sono certo che Colantonio saprà trovare la giusta misura per non far sparire il calcio a Torre del Greco”.

Infine, mister Fabiano rivolge un messaggio all’intero mondo dei Dilettanti: “Mi sento di rivolgere la mia vicinanza a tutti quei giocatori che inevitabilmente pagheranno le conseguenze di questa situazione e che, a differenza magari dei colleghi di A e B, senza il rimborso mensuale hanno difficoltà a portare il pane a casa. Spero che a tal proposito il governo del calcio sappia trovare le misure corrette per tutelare anche loro”.