Viareggio Cup: La Rappresentativa Serie D supera l’Ibrachina e vola ai Quarti

20.02.2024 18:50 di Michele Caffarelli   vedi letture
Viareggio Cup: La Rappresentativa Serie D supera l’Ibrachina e vola ai Quarti

Un successo conquistato con testa e cuore. La mente lucida in ogni momento del match, soprattutto negli istanti decisivi. Il cuore di chi sa che tutto può finire da un istante all’altro. Un pensiero che non ha condizionato la prova dell’Under 18 D, anzi i ragazzi si sono messi in gioco e in discussione con grande naturalezza. Tutto questo e molto altro nell’1-0 con cui la Rappresentativa ha battuto l’Ibrachina negli Ottavi di finale della Viareggio Cup sul campo “Masini” di Santa Croce sull’Arno che si conferma terreno magico per la D. Il gol decisivo al 4’ della ripresa su deviazione di un difensore brasiliano. Un risultato che sta stretto ai ragazzi di Giuliano Giannichedda che hanno sfiorato il raddoppio in più occasioni, hanno sbagliato un rigore e colpito una traversa. Un dominio totale. Per la seconda edizione di fila Giuliano Giannichedda è riuscito a portare la selezione tra le migliori otto della Viareggio Cup. La Rappresentativa in passato c’era riuscita solo nel 2010 e 2012.

La Rappresentativa ha vinto perché certe luci non puoi spegnerle. L’entusiasmo degli under 18 dei club di Serie D ha letteralmente travolto i brasiliani dell’Ibrachina che in quasi tutto il match sono rimasti in balia della selezione blu.

È una vittoria che dentro ha tutto: la fantasia, i nervi distesi, la visione dello staff tecnico, l'altruismo dei ragazzi, la maturità e il coraggio di calciatori che in Campionato, nei rispettivi club, si sono dovuti guadagnare tutto, passo dopo passo.

I brasiliani forse si aspettavano una Rappresentativa fisiologicamente fatta di individualità e invece la selezione di Giannichedda ha prevalso con l’organizzazione e la qualità tecnica dei singoli messa al servizio della squadra. Disorientata l’Ibrachina ha ceduto passo dopo passo, minuto dopo minuto fino a rintanarsi nella propria area di rigore.

Più va avanti nel suo cammino in questa competizione e più questo gruppo, senza un Campionato alle spalle giocato insieme, acquista autostima e fiducia.

In tribuna a sostenere la squadra il Coordinatore e il Segretario del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero e Mauro De Angelis. Tante personalità di spicco sugli spalti tra cui Giancarlo Antognoni, Alessandro Lucarelli, quest’ultimo attualmente dirigente del Parma, gli ex calciatori ed ora allenatori Alessandro Calori e Aldo Firicano, Massimiliano Alvini.

Giannichedda deve fare a meno dello squalificato Primasso, al suo posto come centrale difensivo si piazza Bucci alla prima da titolare. Per il resto è la stessa formazione iniziale dell’ultima gara con il Mavlon. Uno scroscio improvviso di pioggia rende il campo pesante. La gara inizia con 15’ di ritardo. Ritmi molto alti nei primi 10’, la D pressa i brasiliani che sbandano rischiando in un paio di occasioni. Al 13’ con un gioco di prestigio Giacona s’invola verso la porta ma sul più bello viene fermato da Hora reattivo in uscita bassa. Al 20’ primo squillo dei brasiliani che arrivano dalle parti di Tirelli ma vengono chiusi al momento giusto dalla retroguardia della D. Al 29’ ancora Giacona pericoloso con una girata improvvisa che lambisce il palo. La Rappresentativa ci prova, manca solo l’ultimo colpo, quello decisivo. Al 37’ brivido per la D che rischia grosso. Si genera un batti e ribatti in area, la sfera sfila sulla linea di porta, Bucci libera appena in tempo sbrogliando una situazione intricata. Non succede più nulla, il primo tempo si conclude a reti inviolate.

Pronti via e la D passa subito in vantaggio. Al 4’ Ascione sfodera una conclusione tesa che passa tra una selva di gambe fino a carambolare sullo stinco di Castilho che devia la palla nella propria porta. Al 15’ Hora anticipa di un soffio Giacona sempre minaccioso in area brasiliana. L’Ibrachina cerca di reagire ma la selezione blu controlla con lucidità e sicurezza. I cambi in entrambe le formazioni rimescolano le carte ma il canovaccio del match non cambia, Rappresentativa in controllo, Ibrachina in affanno. Al 24’ un episodio sfortunato lascia la sfida in sospeso. Uno scatenato Giacona serve Bassanini che colpisce a botta sicura trovando la deviazione di mano di un difensore brasiliano. Rigore netto che lo stesso Giacona batte angolando troppo la traiettoria. Primo errore dell’attaccante del Borgosesia dopo i due penalties segnati nel torneo. Ma la D non so ferma, altro miracolo di Hora su Bassanini. L’Ibrachina si getta in avanti con veemenza ma poca lucidità, nessun pericolo per Tirelli. In ripartenza la D va vicina al raddoppio in un paio di occasioni. Al 39’ altro assist di Giacona per Bassanini che colpisce debolmente a porta quasi sguarnita. Ormai i brasiliani sono completamente sbilanciati in avanti, al 46’ Valenti completamente solo si fa mezzo campo in fuga solitaria ma al momento di calciare non inquadra la porta. La D manca il colpo del ko con Balba che prende in pieno la traversa. Ultimi brividi con due corner per i brasiliani durante i 6’ di recupero ed alla fine l’arbitro fischia la conclusione del match. La Rappresentativa vince con merito e si qualifica per i Quarti di finale.

Rappresentativa Serie D - Ibrachina 1-0

Rappresentativa Serie D (4-2-3-1):
Tirelli; Graziani, Mancini (Cap.), Bucci, Calvosa; Virgilio (41’st Balba), Borgia; Izzo (24’st Tosini), Ascione (24’st Valenti), Bassanini (41’st Di Fino); Giacona (41’st Isufi). A disp: Antolini, Rotondi, Nisci, Saccomanni, Lettieri, Corriere, Astuti. All: Giannichedda

Ibrachina (4-2-3-1): Hora; Peres, Eduardo (Cap.), Santana, Enrique G.; Cardoso (34’st Mastro Sorriso), Bertulino; Castilho, Gabryel (17’st Henrique), Versiani; Piovezan (7’st Matos). A disp: Damasceno, Cesar, Fernando, Tichz, Vaz, Furlan. All: Silva De Lima

Arbitro: Scarabelli di Pistoia
Assistenti: Barreta e Perdojaj di Pistoia

Reti: 4’ st aut. Castilho
Ammoniti: Cardoso, Gabriel, Eduardo, Peres (I), Virgilio (R)
Recupero: 0’ + 6’