Virtus Matino, la pres Costantino: «Domani si scriverà la storia di Matino e Casarano»

16.10.2021 23:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Fonte: salentosport
Virtus Matino, la pres Costantino: «Domani si scriverà la storia di Matino e Casarano»

Il 17 ottobre 2021 sarà una data da ricordare per Casarano e Matino. Le due cittadine, contiguegeograficamente, si sfideranno, sportivamente parlando, per la prima volta a questi livelli, a partire dalle ore 15.30 di domani. Sede: lo stadio “Capozza” di Casarano in via Matino (sic!), per la sestagiornata d’andata del torneo di Serie D 2021/22.

Le impressioni e gli auspici della numero uno della Polisportiva Virtus Matino, Cristina Costantino, a SalentoSport.

“Non si è mai giocato questo derby – spiega la presidentessa biancazzurra – perché, negli anni in cui mio padre era presidente della società, il Casarano gravitava stabilmente tra C1 e C2 e, di conseguenza, il Matino, che era in Interregionale-Serie D, non lo ha mai affrontato. Domani si scriverà la storia di queste società. Il derby non è una partita come le altre, ha un fascino particolare. La Serie D è già bella di suo, poi questa partita sarà particolare sia perché Casarano e Matino sono confinanti, sia perché c’è un ottimo rapporto tra le due realtà. In questi giorni ci stiamo ‘sfottendo’ su Facebook, ma, a parte questo, è un bel modo di condividere un momento di sport e di calcio. Mi auguro che questa partita rimanga nella storia e speriamo che la mia squadra possa scrivere qualcosa di positivo“.

LA PRIMA CON I TIFOSI – “Avremo, per la prima volta nella stagione, i nostri tifosi ad incitarci sugli spalti. Gli ultras non ci saranno, perché, a inizio anno, hanno manifestato la loro volontà di associarsi allo sciopero del tifo di tutte le curve italiane, per manifestare contro il Green Pass. Ma mi attendo la presenza di tante famiglie e di tanti appassionati che verranno a vedere la partita per assistere ad una bella giornata di sport. La presenza del pubblico, darà un po’ d’adrenalina in più alle due squadre per disputare una partita ancora più tosta e sentita”.

ELOGI AL CASARANO – “Mi aspetto una partita molto maschia e combattuta. Non ho ancora visto giocare il Casarano, quest’anno, ma, dalle parole che il mister ha detto ai ragazzi, so che è una squadra molto quadrata e tosta, che fa dell’intensità la sua forza. Stesse qualità del mio Matino fatte vedere in questi anni. Dovremo essere bravi a coprire bene il campo e, magari, a sfruttare qualche loro piccola debolezza, giocando con la mente serena e concentrandoci per cercare di fare qualcosa di bello. Tanto di cappello alla società rossazzurra, che ha blasone, una struttura solida e consolidata, un grande presidente con tanti anni d’esperienza, uno staff tecnico di livello altissimo e, alle spalle, un tessuto economico veramente notevole. Per il Casarano ci sono, a mio avviso, tutti gli elementi per poter ambirequanto prima almeno alla Lega Pro, spero, però, a partire dalla partita successiva a quella col Matino (ride, ndr). Glielo auguro da tanti anni, sono stata e sarò una loro tifosa, tranne in questa partita nella quale, ovviamente, tiferò per il mio Matino“.

UNA SQUADRA SENZA PAURA – “Sono soddisfatta di quanto fatto vedere dal Matino sinora. La cosa bella che è emersa dalle prime partite è che siamo una squadra che non ha paura, ci confrontiamo con tutte le altre senza timore, cercando di studiare l’avversario, ma di fare, comunque, il nostro gioco. C’è ancora tanto da migliorare, in alcune partite potevamo, per esempio, osare di più in attacco o evitarequalche disattenzione, ma siamo partiti col piede giusto e adesso verrà il difficile, cominciando ad affrontare le squadre più forti. Ma noi dobbiamo consolidare quanto di carino abbiamo fatto in queste prime domeniche. Vorrei che la mia squadra migliorasse nell’approccio e avesse la stessa intensità per tutti e 90 i minuti, osando di più nei metri finali. Abbiamo, sin qui, prodotto tanto gioco, ma nonraccogliendo quanto di buon abbiamo seminato sul campo. Dovremo cercare di sincronizzarci al meglio anche nel reparto offensivo per chiudere il cerchio ed essere una squadra completa. Non è che in attacco abbiamo fatto male, specie se si pensa che giochiamo con due 2003. Stiamo anticipando i tempi, di solito le altre squadre utilizzano gli under in porta o in difesa. Mi auguro che questa scelta societaria e tecnica ci dia ragione anche sotto questo aspetto”.

LA FORZA NEL GRUPPO – “Godiamoci questa giornata, viviamoci questo evento che rimarrà nella storia di Casarano e Matino, sia a livello calcistico, sia a livello sociale. Cerchiamo di sfruttare al meglio questa domenica per far sì che sul campo ci sia uno spettacolo bello da ricordare. La forza della nostra squadra è il gruppo e, in questa settimana, ho voluto che si amalgamasse ancora di più. Sono stata molto presente a loro e ho spiegato ai ragazzi quanto è importante questa domenica, per la società e per i tifosi, spronandoli a dare ancora di più rispetto a quanto dato sinora. Auguro al Casarano e al mio Matino grandi successi sportivi e, per il resto, al ‘Capozza’ vinca il migliore”.