Torneo delle Regioni: un edizione da ricordare

19.04.2019 22:55 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Torneo delle Regioni: un edizione da ricordare

L’epilogo della 58esima edizione del Torneo delle Regioni di calcio a undici 2019, la manifestazione che coinvolge tutte le tesserate e i tesserati LND dell’Italia dai 15 ai 23 anni, ha celebrato al meglio i 60 anni della Lega Nazionale Dilettanti. Un’avventura lunga sette giorni e 139 partite su 18 campi in 17 comuni in provincia di Roma e Frosinone. 2200 persone tra atlete, atleti e dirigenti hanno invaso festosamente il Lazio in rappresentanza dell’intero movimento dilettantistico. Le finali come un bel fermo immagine del valore del torneo, la qualità tecnico-agonistica unita al Fair Play, il calcio della Lega Nazionale Dilettanti. Giovanissimi e Allievi hanno giocato la mattina su campo “Capo i Prati” di Fiuggi, la Lombardia e il Lazio hanno battuto per 2-0 la Toscana e le Marche. Nel pomeriggio a Ferentino il Piemonte VdA ha superato la Liguria per 3-1. Chiusura con la Juniores nella maestosa cornice del “Benito Stirpe” di Frosinone dove il Lazio ha centrato la doppietta e dopo il titolo Allievi ha conquistato quello degli under 19. La squadra di Marco Ippoliti nel pomeriggio ha superato per 3-0 la Puglia. Il quarto confronto in finale tra le due regioni nella storia della competizione (il primo precedente risale alla primissima edizione nel 1959 disputata proprio nel Lazio) si è risolto ancora una volta in favore della formazione di casa, che adesso sale a otto titoli in questa categoria. Continua invece la maledizione della Puglia che rimane ferma all'unico titolo vinto nel 1963 nonostante le dieci finali raggiunte.

 

Il titolo degli under 15 l’ha vinto la Lombardia al termine di una sfida infinita con la Toscana risolta solo ai supplementari. Decisiva la doppietta di Albertini, in evidenza i due capocannonieri del torneo Francesco Ongaro (6 gol) e Francesco Zambelli (4). I ragazzi di Cristiano Gazzola, già vittorioso otto anni fa con gli Allievi, ripetono l’impresa del 2016. Faticano meno gli Allievi del Lazio davanti alle pimpanti Marche. All’11’st e al 20’st Buglia e Ciriachi mettono la ceralacca alla sfida consegnando il sesto titolo di categoria al Lazio, il secondo nelle ultime tre edizioni. Importante il ritorno del selezionatore Giuliano Giannichedda che in Sardegna nel 2012 aveva condotto al titolo la squadra nella stessa categoria. Per il Lazio sono quattro i trofei Allievi alzati negli ultimi otto anni. Il titolo femminile lo conquista il Piemonte VdA come nel 2011 sempre nel Lazio, sempre con mister Gianluca Riccardi, si vede che l’aria del Lazio fa bene alle piemontesi. Il 3-1 con cui il Piemonte ha battuto la Liguria è una punizione troppo severa per una squadra che è partita meglio passando in vantaggio al 16’ grazie ad un autogol. Nella ripresa le avversarie hanno alzato il ritmo ribaltando il risultato con Mellano (su rigore), Aloi e Bagnasco. Francesca Mellano chiude il torneo con quattro reti all’attivo, due per Aloi e Bagnasco. Per il Piemonte Vda questo è il terzo scudetto di categoria dopo quelli del 2010 e del 2011.

Il Presidente della LND Cosimo Sibilia ha premiato tutti i vincitori:” E’ un bel segnale trovare sette Regioni nelle quattro finali, è la dimostrazione che la competizione rappresenta al meglio tutta l’Italia, è una fotografia dell’ottimo stato di salute del calcio della Lega Nazionale Dilettanti e della sua espressione sul territorio. Abbiamo assistito a partite belle ed emozionanti che hanno esaltato il calcio della LND, agonistico, corretto e di grande spessore tecnico-tattico” – ha dichiarato Sibilia. “La macchina organizzativa è stata perfetta. Al di là del risultato del campo questa esperienza rappresenta un’occasione di crescita per le ragazze e i ragazzi, come persone e non solo come atleti. Difendere i colori di una Regione rafforza il senso di appartenenza a un territorio e sviluppa quel senso d’identità che è fondamentale per un adolescente”.

Soddisfatto anche il Presidente del Comitato Regionale Lazio che ha ospitato la manifestazione:” Il Torneo si è svolto nel migliore dei modi – ha dichiarato Melchiorre Zarelli. “E’ la dimostrazione che quando tutte le componenti lavorano in sinergia il successo è garantito, soprattutto quando parliamo di un torneo che coinvolge migliaia di partecipanti. Ha vinto l’organizzazione, hanno vinto le ragazze e i ragazzi in campo e tutti quelli che hanno contribuito alla buona riuscita di un evento che non eguali in Italia. In questi appuntamenti il calcio della LND si ritrova ed esprime tutte le sue qualità, un calcio che ha cuore, è leale, per questo è praticato da più di un milione di tesserati”.

Hanno presenziato alle finali il Vice Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Giuseppe Caridi (Area Centro), il Consigliere Federale in quota LND Stella Frascà, i Presidenti dei Comitati Regionali finalisti Giuseppe Baretti, Paolo Mangini, Paolo Cellini, Vito Tisci, Cristian Mossino, Giulio Ivaldi, il Segretario Generale della LND Massimo Ciaccolini e i componenti del CRA Lazio.

A visionare i giocatori per tutto il torneo e quindi presenti anche alle finali i selezionatori delle Rappresentative Nazionali Serie D, LND U18, U17, U16 e U15 Tiziano De Patre, Salvatore D’Urso, Calogero Sanfratello e Andrea Albanese.