Mezzolara, l'umiltà di Sereni a NC: "I gol? Frutto di un gioco più offensivo"

22.11.2019 10:30 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Mezzolara, l'umiltà di Sereni a NC: "I gol? Frutto di un gioco più offensivo"

Con sette reti in campionato, Marcello Sereni è tra gli under 25 che si stanno meglio comportando in serie D. Nato a Modena nel 1996, il calciatore del Mezzolara non è un bomber di razza, eppure ha già siglato 23 reti in quarta serie; 23 come i suoi anni.

Lo abbiamo contattato per conoscere le sue sensazioni: "Sono soddisfatto del mio inizio e di quello della squadra, onestamente non me l'aspettavo. Sono a sette gol, lo scorso anno ne ha fatti otto; quindi, se non segno più, non sono affatto migliorato. C'è ancora tanto da lavorare, avevo l'obiettivo di segnare di più e quest'anno, al momento, ci sto riuscendo poiché sto beneficiando di un gioco migliore e più offensivo".

Sereni, poi, si sofferma sugli obiettivi di squadre e sul girone: "Volevamo essere nella parte sinistra della classifica e, oggi, siamo molto a sinistra; volevamo fare molto meglio dello scorso anno. Chi vincerà? Mi aspettavo che il Mantova facesse ancora meglio. Hanno iniziando facendo cinque gol a tutte, ora hanno un po' rallentato. La squadra che può insidiarla è il Franciacorta: non sono partiti benissimo, ma ultimamente hanno rosicchiato diversi punti".