Padova, Sogliano: «Futuro Mandorlini? Giusto ci sia il tempo...»

16.07.2020 09:00 di Francesco Vigliotti   Vedi letture
Padova, Sogliano: «Futuro Mandorlini? Giusto ci sia il tempo...»

Ha fatto il bilancio della stagione ma non solo Sean Sogliano, direttore sportivo del Padova. Il dirigente ha anche parlato del futuro dell'attuale allenatore Mandorlini.

“Siamo sicuramente dispiaciuti perchè avevamo preparato questi playoff per due mesi facendo una vita quasi di clausura, ci vedevamo solo tra noi e ci allenavamo solo tra di noi. Ci spiace per i tifosi che speravano nel passaggio del turno ma loro sanno che la squadra ha dato il massimo. Purtroppo, a volte, anche quando dai il massimo, non riesci a vincere. Questo fa parte del calcio, di una categoria difficile come la C e di un playoff giocato in condizioni che creano partite che si giocano in particolari. Questo per tutti, non solo per noi”.

Il bilancio della stagione? E’ quello di una Società nuova e di un gruppo nuovo. Una Società a cui la serietà non manca, ma lavorando si può sbagliare e qualche errore è stato fatto ma abbiamo sempre avuto la cocciutaggine e la determinazione di migliorarsi sempre. La categoria è molto difficile. Pensare che ci siano avversari scontati è come scavarsi la fossa. Chiaro che quando si cambia tanto in un gruppo nuovo ci sono delle tempistiche necessarie per migliorare. Il mister ha potuto lavorare solo per cinque partite con questa squadra, poi ci siamo fermati quando mancavano 12 partite alla fine. La nostra volontà era quella di recuperare qualche punto in classifica per partire da una posizione migliore nella griglia dei playoff, ma questo è stato un campionato che nella storia del calcio non è mai stato così. Poi ai playoff, in una gara secca abbiamo visto che ci hanno lasciato le penne anche squadre arrivate seconde o terze”.

Il futuro del mister? Il rammarico più grande è che Mandorlini non ha avuto il tempo materiale di fare il suo lavoro a causa del blocco del campioanto. È normale che la nostra volontà sia quella di parlare con lui e capire se si può proseguire insieme in una categoria difficile con un gruppo che dobbiamo cercare di migliorare ma in cui c’è anche molto da salvare. Per una questione di serietà però è giusto che alla fine di un campionato ci si prenda un momento per staccare. È stato un periodo molto difficile quello che abbiamo vissuto ultimamente, giusto che ci sia il tempo di recuperare le energie per prendere le decisioni giuste con lucidità”.