Ragusa, Ignoffo: «Contro questa Igea Virtus non dovremo sbagliare nulla»

24.02.2024 13:30 di Francesco Vigliotti   vedi letture
Ragusa, Ignoffo: «Contro questa Igea Virtus non dovremo sbagliare nulla»

Un’altra sfida complessa attende il Ragusa calcio che, dopo il punto ottenuto domenica scorsa a San Cataldo, intende proseguire il proprio percorso positivo. Ma non è semplice perché domani, allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio, inizio alle 15, arriva la Nuova Igea Virtus reduce, dopo un periodo di appannamento, da ben cinque vittorie di fila. Dunque, squadra assolutamente in salute quella giallorossa anche se il team azzurro ha dimostrato di non essere da meno. Il Ragusa, comunque, è incerottato visto che sono fermi ai box per infortuni di vario tipo il centrocampista Di Grazia, gli attaccanti Tuccio e Sinatra e l’esterno Gigante. In dubbio anche il portiere Freddi.

Mister Giovanni Ignoffo spera di recuperare qualche pedina in extremis. «Al di là di queste situazioni di carattere fisico che nel corso di una stagione ci possono anche stare – afferma il tecnico azzurro – gli altri si stanno allenando nel miglior modo possibile per arrivare bene alla gara di domani contro una squadra in salute sia fisica che mentale. Di una cosa sono e siamo certi. E cioè che saremo costretti a fare e dare molto di più per ottenere, pur a fronte di tutte queste difficoltà, un risultato positivo. Siamo consapevoli che non sarà per niente semplice anche alla luce della caratura dell’avversario. Dovremo disputare una prestazione senza alcuna sbavatura. Non potranno essere concessi errori che andrebbero a favorire i nostri avversari. Ci vuole la massima concentrazione e determinazione, come abbiamo dimostrato di sapere fare in talune circostanze».

Un appello, poi, il presidente Giacomo Puma lo rivolge al pubblico. «Ci troviamo in una fase delicata della stagione, tutti i nostri obiettivi finora sono stati rispettati – spiega – possiamo giocarcela per tagliare qualche traguardo prestigioso ma abbiamo bisogno della presenza degli sportivi. Altrimenti non si comprenderebbe, davvero, per chi la società azzurra stia compiendo tutti questi sforzi in un campionato di livello come la Serie D invocata a lungo per la piazza ragusana. Quindi, tutti a tifare Ragusa in vista della partita di domani con l’Igea».