Seconda vittoria consecutiva per il Fanfulla: poker al Lentigione

27.01.2020 00:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Seconda vittoria consecutiva per il Fanfulla: poker al Lentigione

Prestazione solida e lucidità sottoporta permettono al Fanfulla di portare a casa la seconda vittoria consecutiva, la prima nel 2020 alla Dossenina, e volare al quarto posto solitario in classifica. Con il Lentigione era scontro d’alta classifica, ma i bianconeri sono stati bravi a non farsi condizionare dalla posta in palio, dalla forza e dal buono stato di forma degli avversari rimanendo concentrati per tutti i 90’. E per i malpensanti sicuramente non è da considerare una facilitazione il vantaggio numerico a disposizione dal 36’ del primo tempo: proprio due settimane fa il Fanfulla con la Calvina aveva dimostrato anche che in due uomini in meno si può puntare ad uscire dal campo senza sconfitta con la giusta determinazione. Rispetto alla trasferta di Forlì si torna al 4-3-3 canonico con Baggi, Pascali, Fabiani e Bernardini a proteggere Cizza, mentre a centrocampo rientra Brognoli che agisce nell’insolita posizione di mediano con Bertelli e Palmieri ai lati. In attacco invece spazio a Scaramuzza, Belleri e Radaelli. Lentigione, che non può contare su Scalini squalificato, che opta invece per il 4-2-3-1 con Martino e Zagnoni come schermo davanti al pacchetto arretrato e il trio Piccinini, Bernasconi, Barranca a supporto di Ferri.

LA PARTITA
Primi minuti di partita in cui le squadre fanno subito vedere la loro predisposizione all’attacco con un paio di buone giocate che portano la firma di Palmieri e Piccinini. All’8’ però è Ferri a creare qualche grattacapo a Cizza, con la palla, lenta e controllata dal numero 1 bianconero, che sfiora il palo esterno terminando sul fondo (non però per il direttore di gara Marchioni che ravvisa una deviazione dell’estremo difensore concedendo il corner). Il Lentigione cerca soprattutto sugli spunti di Piccinini e Barranca sugli esterni, mentre il Fanfulla vuole sfruttare al meglio il gioco di sponda di Belleri per creare gli spazi giusti a favore di Scaramuzza e Radaelli con Palmieri pronto a partire da dietro. Fino al 36’, salvo una parata di Cizza ancora su Piccinini e una mischia nell’area ospite sventata dalla difesa, non si contano grosse occasioni: da una punizione di Palmieri però nasce il vantaggio grazie al tocco di tacco di Fabiani che fa carambolare la sfera sul braccio di Berni, ammonito solamente 10’ prima. Secondo giallo quindi per il difensore centrale e rigore trasformato da Brognoli per il vantaggio bianconero. Lentigione che si schiera con un 4-4-1 con Bernasconi e Barranca larghi, ma il Fanfulla gestisce bene il vantaggio e ad inizio ripresa va vicino al 2-0, ma Belleri viene fermato dalla traversa a gol praticamente già fatto. Sul versante opposto invece è Zagnoni a cercare la via della rete con un colpo di testa alto. Questa è l’ultima occasione per gli ospiti che da quel momento vengono chiusi nella propria metacampo da un Fanfulla cinico e spietato. Ad aprire le marcature della ripresa è Palmieri con un perfetto sinistro dal limite che si spegne sul palo lontano, mentre 10’ dopo è ancora il centrocampista bianconero a dare il via alla nuova marcatura lodigiana: palla messa al centro dalla sinistra, sponda di Belleri di testa per Scaramuzza che in girata batte un incolpevole Rossi. Fanfulla sul velluto e che inizia a gestire la palla, senza però disdegnare anche l’affondo come al 27’ quando sull’ennesimo cross dalla sinistra, questa volta di Radaelli, Marconi devia la palla quel tanto che basta per mandare fuori tempo Scaramuzza. Nel finale Cizza strappa applausi sulla conclusione di Piccinini prima di lasciare spazio ad Ugazio che fa così il suo esordio in maglia bianconera. Ma è ancora Scaramuzza il protagonista al 45’ quando sfrutta al meglio la chiusura di Fabiani per partire in contropiede e battere nuovamente Rossi con un destro che regala all’esterno classe 1997 la prima doppietta personale a Lodi e il 4-0 al Fanfulla. Una vittoria rotonda del Guerriero che strappa nuovamente consensi, chiude per la prima volta una partita alla Dossenina nel 2019-2020 senza subire reti e dà seguito, oltre che nelle prestazioni nel risultato, a quanto fatto a Forlì.

FANFULLA-LENTIGIONE 4-0

Marcatori: 36’ pt (rig.) Brognoli, 10’ st Palmieri, 20’ e 45’ Scaramuzza

FANFULLA (4-3-3): Cizza (44’ st Ugazio); Baggi, Pascali, Fabiani, Bernardini D.; Bertelli (32’ st Gennari), Brognoli (24’ st Chilafi), Palmieri (38’ st Aprile); Scaramuzza, Belleri, Radaelli (28’ st Qeros). A disp. Negri, De Stefano, Barbieri, Mouddou. All. Ciceri
LENTIGIONE (4-2-3-1): Rossi; Palmiero (41’ st Sanat), Dall’Osso, Berni, Maffezzoli (15’ st Marconi); Martino, Zagnoni; Piccinini, Bernasconi (18’ st Bouhali), Barranca (38’ st Falanelli); Ferri (24’ st Caprioni). A disp. Burani, Castelluzzo, Tamagnini, Muro. All. Notari

Arbitro: Marchioni (Rieti)
Assistenti: Gibin-Santi (Chioggia-Verona)

Note: angoli 0-5; ammoniti Fabiani, Chilafi, Berni, Palmiero; espulso al 36’ pt Berni per doppia ammonizione; recupero 2’+4’; spettatori 600