Svolta a Messina, la famiglia Lo Monaco acquista il 67% delle quote

13.06.2012 17:05 di Giovanni Pisano  articolo letto 655 volte
Fonte: messinasportiva.it
Svolta a Messina, la famiglia Lo Monaco acquista il 67% delle quote

Si è concluso con l'attesa fumata bianca, alle ore 19, l'atteso incontro finalizzato al cambio di proprietà dell'ACR Messina, iniziato poco dopo le 15:30. Sottoscritto l'accordo che ha consentito alla famiglia Lo Monaco di acquisire il pacchetto di maggioranza del club, ovvero il 67% delle quote. Il ritardo nella trasmissione di una procura ha originato invece lo slittamento della definizione dell'accordo relativo al restante 33%.

Nello studio del notaio Nunzio Arrigo, in via La Farina, erano presenti i rappresentanti dell'ex dirigenza del Milazzo ed i componenti dell'attuale proprietà del sodalizio peloritano. Presenti anche una cinquantina di tifosi, in rappresentanza dei club organizzati, i cui primi esponenti erano giunti già alle 15 sul posto, a conferma dell'attesa degli appassionati.

A rappresentare gli acquirenti l'ex direttore generale mamertino Vincenzo Lo Monaco ed il commercialista Isidoro Torrisi, che nel corso delle ultime settimane ha analizzato i documenti trasmessi dal collega Antonio Morgante e ricoprirà la carica di presidente del "nuovo" ACR. Alle 16,30 ha lasciato lo studio notarile, per la concomitanza con alcuni impegni precedentemente fissati a Catania, l'ex amministratore delegato rossoblu Antonio Carbone, l'unico a non rilasciare dichiarazioni.

A rappresentare le tre anime della società il presidente Lello Manfredi, l'amministratore unico dei "Sostenitori dell'ACR Messina" Niki Patti, principale sponsor dell'accordo con la famiglia Lo Monaco, ed i soci della "Trinacria" Giovanni Di Bartolo, Carmelo Nocera ed Antonino Micali, con quest'ultimo che doveva essere stato delegato alla definizione dell'atto dall'amministratore Giuseppe Peditto, attualmente fuori sede. Il passaggio del restante 33% delle quote rappresenterà comunque una formalità, come hanno tenuto a sottolineare le varie parti coinvolte.