Calciomercato Ospedaletti, un 2002 approda in Serie D

Eccellenza Liguria
23.01.2021 12:15 di Maria Lopez   Vedi letture
Calciomercato Ospedaletti, un 2002 approda in Serie D

Nuovo importante riconoscimento per il settore giovanile dell’Ospedaletti. Nelle ultime ore è stato formalizzato il trasferimento del jolly offensivo orange classe 2002 Valentino Cassini al Follonica Gavorrano, formazione che milita nel Girone E del campionato di Serie D.

Cassini va al Gavorrano con la formula del prestito gratuito fino al termine della stagione in corso. Per lui l’importante opportunità di confrontarsi con la massima categoria dilettantistica nazionale dopo essersi messo in mostra tra le fila della prima squadra dell’Ospedaletti grazie anche all’ottimo lavoro di mister Andrea Caverzan e dello staff orange nel favorire la crescita dei giovani calciatori.

“Sono molto contento, l’opportunità di Valentino può essere un buon viatico di fiducia per le società del territorio – commenta mister Caverzan – anche in momenti difficili come quelli che stiamo vivendo, grazie a movimenti giusti e con una società seria alle spalle, si possono compiere i passi importanti per la crescita. La volontà del club è sempre quella di valorizzare i giovani e lanciarli verso un calcio di alto livello, senza vendere sogni ma dando loro strumenti di lotta e impegno sul campo”.

“La società rinuncia a qualsiasi corrispettivo economico per permettere al ragazzo di esprimere le proprie doti e di giocarsi le proprie carte in una categoria importante come la D, a ridosso del professionismo – aggiungono dalla società orange – questo è l’obiettivo dichiarato dell’Ospedaletti, far crescere i giovani e fare in modo che possano confrontarsi con realtà di grande valore agonistico. Quanto sta accadendo a Valentino è proprio l’emblema del nostro lavoro: crescere giovani calciatori, portarli in prima squadra e poi permettere loro di coltivare il proprio sogno confrontandosi con realtà di categorie superiori. A Valentino va il sincero in bocca al lupo da parte di tutta la società”.