Sorpresa Serie B: terzo campionato per interesse dopo A e Premier

05.08.2020 20:35 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Sorpresa Serie B: terzo campionato per interesse dopo A e Premier

Quattro milioni e 600mila praticanti, oltre 570mila partite ufficiali disputate, in pratica una ogni 55 secondi, e 1,4 milioni di tesserati, che producono un impatto socio-economico di circa 3,1 miliardi di euro.

Sono sufficienti questi numeri, riportati nella 10a edizione del ‘ReportCalcio‘, a spiegare come il calcio italiano con le sue 12.127 societa’ e le 64.827 squadre si confermi come il principale movimento sportivo del Paese, con 3,8 miliardi di euro di ricavi generati dal calcio professionistico e quasi 1,3 miliardi di euro di contribuzione fiscale e previdenziale. Il rapporto annuale sul calcio italiano, sviluppato dal Centro Studi Figc in collaborazione con AREL (Agenzia di Ricerche e Legislazione) e PwC (PricewaterhouseCoopers), e’ stato presentato oggi. Tanti come al solito gli argomenti trattati nel documento, dal censimento del calcio italiano al profilo delle Rappresentative Nazionali (a livello sportivo, mediatico e commerciale), dallo studio sul calcio giovanile e dilettantistico all’analisi del profilo economico-finanziario, organizzativo, infrastrutturale e fiscale del sistema professionistico, insieme ad una finestra di confronto internazionale.

In questo computo non poteva mancare la Serie BKT che continua a macinare numeri importanti. Due su tutti: secondo posto per crescita affluenza allo stadio media annua 2010-2019 e terzo campionato più seguito dagli italiani.

Nel primo caso la Serie BKT si piazza subito dopo la Nazionale Under 21 precedendo quella Maggiore con una media di spettatori a partita passata da 5087 del 2010 a 7898 del 2019, per un totale, nella stagione 18/19, di oltre 2milioni e 780mila spettatori. Circa l’interesse scaturito dal torneo, la B si conferma il terzo campionato dopo Serie A e Premier league, con un italiano su tre interessato, percentuale che sale al 42 se si considera il cluster di appassionati di calcio.

In un panorama del calcio professionistico che incide da solo per il 71,5% della contribuzione fiscale dell’intero comparto sportivo italiano i risultati finanziari della Serie BKT vedono un valore della produzione totale in aumento a 315 milioni di euro. In crescita anche i ricavi ingresso stadio e i proventi da diritti tv. Miglioramento del risultato netto, pari a -45 milioni di euro (in crescita del 20,7% rispetto alla stagione precedente, in cui il valore era pari a -56 milioni di euro) così come diminuisce l’indebitamento complessivo pari a 188 milioni di euro, inferiore del 23,8% rispetto al dato della Stagione sportiva 2017-2018. Circa il marketing: il 99% degli sponsor sono nazionali, quindi il grande successo degli esports, con il primo torneo BeSports della Lega B voluto fortemente dal presidente Mauro Balata, a cui prendono parte 20 team, gli stessi che ogni weekend si sfidano negli stadi della Serie BKT, con 1693 gamers partecipanti alle qualificazioni.