Puglisi, presidente Gelbison: «Abbiamo avuto 16 positivi e curarli non è stata una cosa semplice»

25.11.2020 07:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Puglisi, presidente Gelbison: «Abbiamo avuto 16 positivi e curarli non è stata una cosa semplice»

Oggi è il turno di Maurizio Puglisi, presidente della Gelbison: «Era giusto bloccare il campionato, la situazione non era più sotto controllo e c'erano tantissime gare non giocate, cosa che ha fatto emergere l'inadeguatezza del protocollo. Servono regole vicine a quelle dei professionisti, con l'ausilio dei tamponi rapidi che sono attendibili: bisognerà farli prima di ogni partita, certificarli dal medico sociale e consegnarli alla lega, in modo tale che, anche la squadra avversaria, viene tutelata. Penso che minimo una volta a settimana andrebbero fatti, considerato che, tenendo la squadra come una bolla come facciamo noi, il rischio è la gara la Domenica; quindi li farei quattro giorni dopo ogni partita. Il sostegno economico della LND? Il problema è che la cifra è esigua, soprattutto ora che la situazione di crisi è globale, senza introiti da botteghino e sponsor. Le spese sono alte, noi abbiamo avuto 16 positivi e curarli, non è stata una cosa semplice. Quanto meno, sotto il profilo della parte sanitaria, la LND deve fare uno sforzo in più, altrimenti a Gennaio-Febbraio la situazione sarà grave. La serie D è un campionato dispendioso, con obblighi contrattuali e trasferte lunghe; anche durante il mese di stop, i negativi hanno continuato ad allenarsi, con tutte le spese del caso».