Torneo delle Regioni, Femminile: CPA Bolzano, Liguria, Piemonte VdAe CPA Trento le top four

17.04.2019 18:42 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Torneo delle Regioni, Femminile: CPA Bolzano, Liguria, Piemonte VdAe CPA Trento le top four

Cadono le campionesse degli ultimi due anni, rispetto alla scorsa edizione rimane solo il Piemonte VdA. Passano il turno anche CPA Trento, CPA Bolzano e Liguria. Domani alle 15.00 le liguri affrontano le bolzanine a Lariano, le trentine incrociano i tacchetti con il Piemonte sul campo di San Cesareo.

La Lombardia regina della categoria e campionessa in carica è stata estromessa da un sorprendente Piemonte Vda che si conferma tra le prime quattro per il secondo anno di fila. Le calciatrici allenate da Gianluca Riccardi sono passate in vantaggio subito, al 5’ ha colpito Serena Accoliti. Nel secondo le campionesse in carica rispondono al 23’ con Linda Mauri. A 9’ dal fischio finale Noemi Papagni imprime il timbro che mette la ceralacca al match.

Il CPA Trento batte ai rigori il Veneto e torna in semifinale dopo quattro anni. Succede tutto nel secondo tempo, le venete passano in vantaggio al 18’ con Pavan, le ragazze di Roberto Genta pareggia sei minuti dopo su rigore trasformato da Cassapu. Si va ai penalty, nella serie regolare due errori per ciascuna Rappresentativa, nella fase ad oltranza Niosi neutralizza la conclusione di Finotto, Tonelli non sbaglia. La Liguria torna in semifinale dopo un anno di assenza, la Toscana che ha vinto il titolo nel 2017 saluta la competizione. Le ragazze di Adolfo Maggi mettono una seria ipoteca al passaggio del turno segnando due gol nei primi 12’ con Martha Brucci e Alessia Basso rispettivamente al loro secondo e terzo centro nel torneo. Le toscane si riversano in avanti accorciando le distanze nella ripresa con Bigazzi. Ma non basta, la Liguria può esultare. Il CPA Bolzano centra la terza semifinale negli ultimi quattro anni superando una Campania orgogliosa. Decisivo il gol di Jana Prader al 19’.  Il CPA Bolzano dopo le finali del 2016 e 2017 può cullare ancora il sogno di prendersi il trofeo per la prima volta nella storia.