Juniores regionali, Fase Nazionale: la Lastrigiana è campione d’Italia!

09.06.2024 14:45 di  Redazione NotiziarioCalcio.com  Twitter:    vedi letture
 Juniores regionali, Fase Nazionale: la Lastrigiana è campione d’Italia!

Per la seconda volta nella sua storia la Lastrigiana alza al cielo di Firenze lo Scudetto Juniores, un successo partito da lontano col titolo regionale conquistato all’ultima giornata e portato a termine questo pomeriggio grazie al 2-1 sulla Renato Curi Angolana nella finale nazionale del campionato. A sei anni di distanza dal primo titolo conquistato sempre al C.F.F. “Gino Bozzi”, i biancorossi tornano così sul tetto d’Italia dopo una partita a due facce che, almeno nella prima mezz’ora di gioco, lasciava intendere un finale ben diverso: almeno quattro le palle gol nitide create dai ragazzi di Giampietro, in vantaggio al 6’ grazie alla giocata di Palucci, poi raggiunti al 32’ da Mandolini alla prima occasione di marca toscana. Da pugile chiuso all’angolino nel primo tempo, la Lastrigiana cambia completamente volto nella ripresa ribaltando il risultato dopo appena tre giri di lancette con Tomei. Il gol firmato dal numero 19 biancorosso resiste anche al forcing finale degli avversari, sfortunati in occasione della traversa colpita da Niang a una manciata di minuti dal termine. Alla Renato Curi Angolana non riesce quindi l’impresa di riscattare la sconfitta nella finale del 2014, anche se in quell’occasione si trattava del campionato Under 19 di Serie D (ko ai rigori contro il Chieri a Camaiore).

A consegnare la coppa nelle mani del capitano biancorosso Innocenti è stato il Vice Presidente FIGC, nonché consigliere federale della LND, Daniele Ortolano. Entrambe le finaliste hanno invece ricevuto le medaglie dal Segretario Generale LND Massimo Ciaccolini insieme al Vice Mariangela D’Ezio e ai Presidenti dei Comitati Regionali Toscana e Abruzzo Paolo Mancini e Concezio Memmo. Riconoscimento anche alla quaterna arbitrale dal vice commissario CAN D Valentina Finzi.

LA PARTITA - Dopo appena 40’’ brivido per la Lastrigiana: corner calciato dalla destra su cui non interviene nessuno, la palla schizza sul secondo palo dove sbuca Reale che da due passi colpisce di testa, ma viene murato. Biancorossi sotto pressione per i ritmi alti imposti dagli abruzzesi, in vantaggio al 6’: leggerezza di Magnolfi nel disimpegno verso il compagno nella costruzione dal basso, sul pallone a metà strada si avventa Palucci che beffa il portiere con un pallonetto di sinistro. Al 21’ Iezzi premia il taglio in profondità di Patanè, cross in mezzo per Faiella che tenta senza fortuna di colpire in sforbiciata. I pericoli per i toscani arrivano tutti dagli esterni, vero e proprio marchio di fabbrica della formazione di Giampietro: quasi in fotocopia dell’azione precedente, Iezzi verticalizza per l’inserimento sul fondo, questa volta di Patrizi, il quale serve una palla a porta spalancata per Tidiane che incredibilmente non inquadra lo specchio. Alla prima occasione pareggia i conti la Lastrigiana: è il 32’, Mandolini danza col pallone al limite dell’area e lascia partire un destro imprendibile all’angolino

Il gol del pari risveglia dal torpore la Lastrigiana che cambia completamente volto nella ripresa. Al 3’ Ballerini mette un cross teso dalla destra per Sarti, bel riflesso di Cacciatore che sventa fuori. Proprio sugli sviluppi del corner si completa la rimonta dei toscani: Sarti impegna Cacciatore deviando di tacco la conclusione fuori misura di Ballerini, il portiere la tocca male e ne approfitta Tomei per il sorpasso. Al 18’ Mandolini prova a inventarsi un altro capolavoro saltando in un fazzoletto due avversari per poi tentare un tocco sotto su Cacciatore che dimostra questa volta riflessi prontissimi. Mister Giampietro tenta, quindi, di rimettere le cose a posto pescando dalla panchina. Proprio due cambi vanno vicinissimi a riportare la sfida in parità: al 34’ conclusione dalla distanza di Bazzucco che impegna Magnolfi, sulla respinta altra conclusione murata; al 41’ Niang raccoglie il corner di Bazzucco e colpisce la traversa con un colpo di testa.

RENATO CURI ANGOLANA-LASTRIGIANA 1-2
Renato Curi Angolana (4-3-3): Cacciatore; D’Alberto (40’st Perna), De Luca, Reale (48’st Di Clerico), Schettino; Iezzi, Faiella, Palucci (27’st Bazzucco); Patanè, Patrizi (11’st Niang), Tidiane. A disp. Gabriele, Aiello, Falcucci, Menna, Zingaro. All. Giampietro

Lastrigiana (4-3-1-2): Magnolfi; Castiglioni, Sona, De Pascalis (37’st Bonaiuti), Marchi; Ballerini (23’st Fontani), El Youssefi (44’st Oliveri), Innocenti; Mandolini (37’st Talakhadze); Sarti, Tomeo (19’st Becagli). A disp. Hila, Stefanucci, Corrado, Vignolini. All. Guasti

Marcatori: 6’pt Palucci, 32’pt Mandolini (L), 4’st Tomeo (L)

Arbitro: Palmisano di Saronno
Guardalinee: Tonti di Brescia e Adragna di Milano
Quarto uomo: Cerea di Bergamo

Note: ammoniti El Youssefi, Sarti, Innocenti (L), D’Alberto (R); spettatori 800 circa; recupero 2’pt e 6’st