Lucchese, c'è un nuovo responsabile del settore giovanile

15.02.2020 10:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Fonte: tifolucchese.com
Lucchese, c'è un nuovo responsabile del settore giovanile

Come anticipato dalla societa’ rossonera nelle scorse settimane, la Lucchese ha indetto quest’oggi una conferenza stampa, presso lo Stadio Porta Elisa, per presentare il progetto di riqualificazione del settore giovanile rossonero.

A fare gli onori di casa l’amministratore delegato Alessandro Vichi:

“Avevamo dato anticipazioni nelle scorse settimane – ha esordito Vichi – oggi siamo a presentare ufficilmente alla citta’ il nostro progetto di rinascita di un settore delica e importante come quello giovanile rossonero.

“La nostra missione – ha proseguito Vichi – e’ far diventare la Lucchese un punto di arrivo per tutti i ragazzi della Provincia di Lucca. Ripartiamo da zero, lo sapete, ma questo non vuol dire che manchera’ impegno e determinazione. Parte oggi, dunque, il progetto del settore giovanile della Lucchese. Siamo partiti leggermente in ritardo, ma il percorso non e’ stato facile. In questo determinato momento siamo riusciti a mettere le basi per qualcosa di duraturo, poi penseremo ad allargare i nostri confini. La nostra missione – ha proseguito Vichi – e’ quella di far tornare la Lucchese un punto di riferimento per i giovani appasionati di calcio di Lucca e provincia. Che sia ben chiaro, noi stiamo cercando di concludere accordi con le altre realta’ del territorio, non vogliamo di certo metterci in competizione con loro. la Lucchese deve essere un punto di riferimento per tutti i giovani calciatori della Provincia.

A seguire, l’amministratore delegato rossonero ha svelato, finalmente, l’organigramma tecnico e dirigenziale del futuro settore giovanile rossonero: “Il responsabile delle quattro squadre, ovvero Berretti, Allievi A, Giovanissimi A e Esordienti, sarà Vito Graziani, persona conosciuta in questo ambiente e molto stimata dalla nostra societa’.

Crediamo – ha proseguito Vichi – che Vito Graziani sia la persona giusta per portare avanti i nostrol progetto di settore giovanile rossonero.

I collaboratori di Graziani saranno: l’ex rossonero Gabriele Baraldi e Franco Luporini. Il segretario sarà Bruno Dianda. Infine due osservatori: Il primo è Alberto Casella, che sarà responsabile della zona di Lucca, il secondo sara’ Massimo Valiensi, che ha una grande esperienza nel calcio e che, ricordo, ha aspettato il nostro progetto rifiutando molte altre offerte giunte da altre società”.

SCUOLA CALCIO:

“Il responsabile di tutta la scuola calcio sarà Simone Angeli – prosegue Vichi – dai bambini del 2010 fino al 2014. Angeli sarà affiancato da Manuele Cacicia, il secondo di Davide Nicola al Genoa in Serie A.

Cacicia assistera’ la scuola calcio della Lucchese e sara’ sicuramente un valore aggiunto al nostro progetto di rinascita.

Nei prossimi giorni creeremo una societa’ ad hoc per la scuola calcio. Ni prossimi giorni decideremo anche come chiamarla…. Al momento stiamo studiando un logo e il nome da utilizzare.

In questo contesto – ha proseguito Vichi – avremo l’assistenza, il supporto di Bruno Dianda, che esercitera’ le funzioni di segretario. Avremo come consulente esterno anche Enrico Scaletta. Per noi, questo, e’ un grande onore.

Da domani saremo gia’ operativi – dice Vichi – vogliamo far sì che la Lucchese sia un punto d’arrivo per i giovani del nostro territorio”.

La prima collaborazione sarà quella con il Sant’Alessio: “Abbiamo già stretto – afferma Vichi – un rapporto di collaborazione con una squadra: il Sannt’Alessio. È la prima società, che però continuerà a fare calcio così come oggi: ci sarà solamente un’opzione della Lucchese su tutti i tesserati. Presto sveleremo il nome di tutti gli allenatori e degli istruttori del nostro settore giovanile. Per quanto riguarda gli sponsor confero che l’unico sarà Fosber”.

LE STRUTTURE:

“Le strutture saranno fondamentali per la realizzazione di questo progetto – prosegue Vichi -. Quelle certe, oltre l’Acquedotto e il Porta Elisa, sono quelle di Carignano e di Sant’Alessio. Ci sono altre strutture molto accreditate, ma dobbiamo ancora definire gli aspetti economici. Sto parlando delle Madonne Bianche e di Saltocchio, che sarebbe la ciliegina sulla torta. La prossima settimana incontreremo l’amministrazione comunale”.