FC Frascati, Fioranelli: «Le prossime tre gare ci diranno chi siamo»

Prima Categoria Lazio
07.12.2021 14:15 di Maria Lopez   vedi letture
FC Frascati, Fioranelli: «Le prossime tre gare ci diranno chi siamo»

Non è stata completa la festa della Prima categoria del Football Club Frascati che ieri è tornata a giocare sul campo amico dell’Otto Settembre. La squadra tuscolana ha ceduto per 2-0 al cospetto della Pro Cecchina al termine di un match non brillantissimo, come conferma mister Mauro Fioranelli: “E’ vero che finora non abbiamo mai fatto allenamenti all’Otto Settembre visto che le nostre sedute infrasettimanali le facciamo all’Amadei, ma questo conta poco: dobbiamo abituarci alle dimensioni del nostro campo, come siamo stati bravi a fare la settimana precedente a Cisterna. E’ stata una sfida affrontata male a livello mentale contro un avversario con cui avevamo perso già nel pre-campionato.

Il primo tempo è stato abbastanza buono e la squadra si è espressa in modo tranquillo. Abbiamo subito un gol da corner in avvio di ripresa e lo svantaggio ci ha mandato un po’ in confusione, poi ci è stato negato anche un rigore evidente per un fallo su Di Stefano prima del gol del raddoppio arrivato sempre sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Ma è stata una prova complessivamente opaca e dobbiamo reagire subito, anche se obiettivamente firmerei per perdere la prossima partita tra otto turni. Tra le note positive c’è il graduale rientro di Ferri dopo un infortunio: darà il suo contributo lì davanti”.

Il tecnico fa il punto della situazione per il Football Club Frascati: “Ora avremo un’altra partita in casa col Campo di Carne che ha solo un punto meno di noi e il 19 dicembre chiuderemo il 2021 facendo visita alla corazzata Cori: dopo queste due partite capiremo di più il nostro ruolo in questo campionato. Non va dimenticato che siamo una squadra neopromossa e mediamente molto giovane”. Da domani si comincerà a lavorare per la prossima sfida: “Dobbiamo ripartire dalle grida di esultanza della Pro Cecchina al termine della partita di ieri: quelle sono il segnale di quanto siamo tenuti in considerazione. Domani faremo un’analisi dell’ultima partita, poi se siamo davvero una squadra forte soprattutto di testa ripartiremo di slancio”.