Rimini, ecco i primi nomi scelti dal DS Tamai. Finucci tra lo staff

Riparte il Rimini dalla coppia Tamai-Mastronicola. Lunedì sarà sciolto il rebus legato al settore giovanile. Bloccato il bomber Ferrari. Tanti i ritorni.
08.08.2020 20:48 di Daniele Manuelli   Vedi letture
Fonte: Redazione SportupRimini
Mastronicola, Rota, Tamai
Mastronicola, Rota, Tamai

Sarà un Rimini a forte caratterizzazione riminese (e romagnola) o almeno biancorossa nel senso che si stanno cercando giocatori che hanno vestito la maglia a scacchi nel recente passato. Nello staff, ad esempio, oltre al vice Maurizio Drudi, ci sarà probabilmente  Fabio Finucci, ex portiere del Rimini, già con Mastronicola alla Sammaurese nel ruolo di preparatore dei portieri e già nello staff tecnico del Rimini. Nell’ultima stagione Finucci era in organico alla Federcalcio sammarinese. Già individuato il preparatore: anche lui un riminese.

I GIOCATORI Tra lunedì e martedì il ds Pietro Tamai avrà diversi incontri con alcuni procuratori. Si spera di mettere nero su bianco per il bomber Nicola Ferrari, già bloccato da Alfio Pelliccioni. Dovrebbe esserci la fumata bianca anche per il centrocampista  Andrea Montanari. Altro nome caldo è quello del centrocampista Nicola Mazzotti, classe 1987, tra Forlì e Mantova nell’ultima stagione in cui  ha vinto il campionato col club virgiliano. In passato vanta esperienze anche  al Fiorenzuola e San Marino. Sempre per la metà campo circola con insistenza il nome di Luca Valeriani, classe 1991, in forza alla Correggese mentre si sta valutando anche l’esperto Matteo Bedin, classe 1989, una lunga carriera in D con Andria e Luparense come ultime tappe. Nel mirino un colpo importante: il difensore di Verucchio e del Sassuolo ed  ex Sicula Leonzio classe 1998 Manuel Ferrini.

Trattativa avviata anche per Daniele Simoncelli, classe 1998 ex Monterosi e Pineto. Anche lui sarebbe un ritorno. L’affare andrà in porto. Tamai ha cercato  Guiebre, svincolatosi dal Rieti, ma su di lui c’è il forte interesse della Ternana: difficile arrivarci. 

Per l’attacco, in stand by la posizione di Alex Ambrosini (martedì incontro col procuratore), escluso invece il ritorno di Alex Buonaventura.  Per il vice  Scotti sarà valutato un profilo locale che porta il nome di Battistini (?) e un profilo proveniente dall’estero.

Per quanto riguarda il settore giovanile, lunedì sarà sciolto l’enigma. In pole rimangono le candidature di Righini e Berlini ma  nelle ultime ore è spuntato un nome nuovo che vanta trascorsi a Bellaria, quello di Massimo Zanini, un allenatore abituato a lavorare con i giovani e che ha già ricoperto tale ruolo. La società ha inoltre  intenzione di rafforzare il proprio organico inserendo nella propria struttura anche la figura di Gianluca Stambazzi, una persona molto stimata all’interno dell’ambiente. L’obiettivo è quello di consegnare all’ex direttore sportivo della Maceratese un ruolo tra prima Squadra e Settore giovanile. Il presidente Rota sta sciogliendo le ultime riserve ed è intenzionato ad arricchire la propria forza societaria non solo con persone di spessore che possano aiutarlo in questa avventura ma anche sul lato economico. Le trattative con imprenditori che vogliano avvicinarsi a lui ci risultano avviate.