Scandalo Suarez: truffa per la cittadinanza italiana. Esame concordato. Ecco le intercettazioni

22.09.2020 12:22 di Davide Guardabascio   Vedi letture
Scandalo Suarez: truffa per la cittadinanza italiana. Esame concordato. Ecco le intercettazioni

Il futuro contorto di Luis Suárez oggi incorpora un nuovo capitolo. Non solo l'attaccante uruguaiano non ha chiara la sua sorte professionale, visto che il Barça si rifiuta di lasciarlo andare all'Atlético di Madrid, ma ora le autorità giudiziarie italiane hanno aperto un'indagine per truffa.

Secondo, infatti, l’inchiesta della Guardia di Finanza e della Procura di Perugia l’esame per ottenere la cittadinanza italiana è stato superato con una truffa: tutte le domande d'esame erano state consegnate prima all'attaccante uruguaiano.

“Dalle attività investigative - scrive in una nota Raffaele Cantone, l’ex presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione che si è insediato a Perugia nel giugno scorso - è risultato che gli argomenti oggetto della prova d’esame sono stati preventivamente concordati con il candidato e che il relativo punteggio è stato attribuito prima ancora dello svolgimento della stessa, nonostante sia stata riscontrata, nel corso delle lezioni a distanza svolte da docenti dell’ateneo, una conoscenza elementare della lingua italiana”.

Sotto inchiesta ci sono i vertici dell’Università per stranieri di Perugia: Giuliana Grego Bolli, Simone Olivieri, Stefania Spina, Lorenzo Rocca e Cinzia Camagna.


- "Non dovrebbe, deve, passerà, perché con 10 milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1"
- "ma se non puoi coniugare i verbi e parlare solo all'infinito"
- "Se non approvi, ci mettono una bomba"
- "dimmi che voto do e basta"
- "metti tutti 3, tanto ho sentito la rettrice ieri, linea è quella”
- "lo abbiamo preparato bene, sta memorizzando parte dell'esame"

Sono stati notificati agli indagati avvisi di garanzia per rivelazione di segreti d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e altro. L’Università per Stranieri di Perugia ha ribadito la correttezza e la trasparenza delle procedure seguite per l’esame sostenuto dal calciatore Luis Suarez e confida che “la correttezza emergerà al termine delle verifiche”.