Avellino, mister Braglia: «È tutto l'anno che si parla dell'Avellino, io li lascio parlare...»

08.04.2021 15:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoavellino
Avellino, mister Braglia: «È tutto l'anno che si parla dell'Avellino, io li lascio parlare...»

È un Piero Braglia carico e determinato quello che si è presentato stamattina in sala stampa per presentare la gara di sabato contro il Bari, importante per il secondo posto in classifica. "La partita si prepara da sola, ma sicuramente non vedrete l'atteggiamento di Terni. Dobbiamo dare delle risposte, ma non dimenticate in che condizioni disputiamo queste partite. Ci giochiamo molto in termini di credibilità e in vista dei playoff. Stiamo lavorando bene e siamo tranquilli. Inutile caricare più del dovuto questa partita, sappiamo quanto sia importante, anche per i tifosi. Stavolta scenderemo in campo con l'atteggiamento giusto, per cui andremo in ritiro già da oggi. La scelta è stata mia, condivisa dalla società. Non mi sono piaciute alcune cose, non siamo in vacanza e se ce ne sarà bisogno il ritiro verrà pure prolungato. A me non va di sciupare tutto così. I playoff? Ho visto tante squadre arrivare seconde ed essere eliminate. Si va avanti se si arriva bene fisicamente e mentalmente. Il secondo posto vale poco. Ora giochiamo bene queste quattro gare che mancano e vedremo alla fine dove saremo arrivati".

Sulla prova di Terni e le prestazioni di Fella e Miceli: "A fine primo tempo ho chiesto quanti cambi avevamo a disposizione. Di Fella non posso dire nulla, perchè mi aveva dato la disponibilità a giocare in un ruolo non suo. Miceli? Non aveva preso bene la sostituzione, ma se sei capitano devi anche saper analizzare le prestazioni e dare l'esempio. Se fai casino tu, gli altri cosa devono fare? Ma comunque se alla Ternana gli levi Partipilo, Falletti e Proietti voglio vedere se finisce così la partita, vediamo se con la squadra al completo noi perdiamo la partita. È tutto l'anno che si parla dell'Avellino, io li lascio parlare. Noi al completo vendiamo cara la pelle, quando ci mancano diversi elementi siamo un'altra squadra, ma questo succede a tutti. Non sono carico, sono incazzato".

Sulle condizioni fisiche di Carriero e De Francesco e sugli acciacchi di Adamo e D'Angelo: “Stanno bene tutti e 4, D’Angelo ha lavorato un po' a parte e un po' in gruppo. Adamo sta meglio, Carriero e De Francesco pure, sono tutti e tre in gruppo. Speriamo di non ricevere altre brutte sorprese come quella di Santaniello. Bernardotto? Pure lui sta bene, si è aggregato prima degli altri, ci dà una mano, ha caratteristiche differenti dagli altri. Forte? Non sta passando un bellissimo periodo. I giovani della Primavera? Capone è buon calciatore, gli altri devono crescere ancora".