Gubbio, mister Torrente: «Dalla prima partita ci accade un po' di tutto...»

05.12.2020 00:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Gubbio, mister Torrente: «Dalla prima partita ci accade un po' di tutto...»

Lo stadio Helvia Recina di Macerata attende il Gubbio, impegnato domani alle 15 contro i padroni di casa del Matelica. Prima di scendere in campo per la consueta rifinitura, il tecnico eugubino Vincenzo Torrente parla in conferenza stampa: "Affrontiamo una squadra rilevazione, dinamica e propositiva. Sarà un'altra partita difficile in un campionato dove non esistono gare facili. Il Matelica attacca in tanti, bisogna stare molto attenti in fase difensiva ed essere molto bravi in ripartenza. Non possiamo permetterci cali di tensione, non dobbiamo avere paura di nessuno e rispetto per tutti. Dobbiamo fare risultato per migliorare la nostra classifica".

Il Gubbio intanto ha perso Tommaso Cucchietti, portiere che verrà sottoposto a intervento per la frattura della mandibola: "Mi dispiace, spero recuperi presto. Non ci voleva, ma è dalla prima partita che ci accade un po' di tutto. Ho grande fiducia in Zamarion, è cresciuto molto e si impegna sempre al massimo in allenamento. Le condizioni della squadra sono buone, stiamo bene fisicamente e mentalmente. Dobbiamo continuare nelle prestazioni e nei risultati. Spero di recuperare Formiconi, per Maza invece ci vorrà qualche altro giorno. Migliorelli ha lavorato bene in settimana e sicuramente ci sarà".

Tempo di primi bilanci per Torrente che valuta aspetti positivi e negativi di questo avvio: "Mi soddisfa la crescita nella qualità del gioco, dobbiamo invece migliorare nell'attenzione in fase difensiva e nell'incisività davanti. Tre trasferte prima della sosta? Le energie sono sul Matelica, poi penseremo al resto. Dobbiamo giocarcela con tutti, cercando di ottenere il massimo su ogni campo. Lavoriamo per ottenere le vittorie. Partite che vorrei rigiocare? Sicuramente quelle con Vis Pesaro e Arezzo, per le prestazioni fatte la nostra è una classifica bugiarda".