Siena, mister Gilardino: «Problemi dall'infermeria, bisogna stringere i denti»

15.10.2021 18:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Siena, mister Gilardino: «Problemi dall'infermeria, bisogna stringere i denti»

Consueta conferenza stampa pre-partita di mister Alberto Gilardino, che ha parlato in vista della delicata sfida contro la Virtus Entella di domani pomeriggio. Queste le sue dichiarazioni:

Entella – “Ho chiesto ai ragazzi lavorare con grande determinazione e attitudine come hanno fatto queste settimane. Le sensazioni sono positive, abbiamo un po’ di problemi a livello numerico con qualche acciacco, bisogna stringere i denti. Ma sono fiducioso per chi scenderà in campo, so che uomini ho a disposizione. Davanti avremo una squadra strutturata, che come noi sta facendo un percorso di crescita con un allenatore alla prima esperienza. La squadra ha grandi individualità, con giocatori bravi tra le linee e anche fisici”.

Infortunati – “Mi auguro nel giro di qualche giorno di poter recuperare qualche giocatore che ad oggi è fuori. Purtroppo siamo un po’ in emergenza, c’è da fare delle valutazioni avendo tre gare ravvicinate. Caccavallo? Sta meglio, si è allenato bene e lo vedo in crescita. Potrebbe essere un’arma a gara in corso”.

Fermana – “Dalla panchina prima di prendere il gol avevo sensazioni molto positive, potevamo andare in rete da un momento all’altro. Poi abbiamo preso gol e siamo stati bravi a rimetterla in piedi. Sinonimo che la squadra c’è e ha temperamento. Bisogna migliorare in situazioni in cui dover essere cinici”.

Cambio di modulo – “All’interno di un percorso ci può stare di cambiare, ho dei giocatori che si sanno adattare nel miglior modo. La mia idea era partire con il 4-3-3 avendo esterni puri. Secondo me la prima mezz’ora di Ferma ha confermato che possiamo continuare a lavorare in questo modo. Come mai l’ho scelto? Ho fatto valutazioni in base all’avversario e alla settimana di lavoro”.

Contestazioni – “I tifosi sono innamorati della propria squadra, vorrebbero sempre vederla vincere. Anche noi cerchiamo di crescere per vincere le partite, migliorandoci come singoli e come collettivo perché da poco siamo insieme. C’è bisogno di conoscersi sempre di più e lavorare con tutti gli effettivi. Normale che quando mancano 4-5 giocatori dobbiamo essere in grado di trovare soluzioni. Sono comunque fiducioso, mi auguro che la gente ci possa supportare per tutta la gara perché ne abbiamo bisogno”.

Visioni – “L’obiettivo nostro da ripescati era costruire una squadra per poterla far crescere, che potesse arrivare nei playoff. Solitamente tra il 3°-4° posto e il 6°-7° variano pochi punti. Nulla toglie che da parte della società possa essere cambiato qualcosa, ma noi sappiamo benissimo il percorso che dobbiamo intraprendere. In situazioni di difficoltà a livello numerico sappiamo di doverci compattare”.