Viterbese, per il dopo Calabro si torna al passato

21.08.2019 11:30 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Fonte: tuttoc
Viterbese, per il dopo Calabro si torna al passato

Nella scorsa stagione la Viterbese ha visto avvicendarsi in panchina ben quattro allenatori (più uno). Ad iniziare la stagione fu Giovanni Lopez, venne seguito da Stefano Sottili che a sua volta cedette la panchina ad Antonio Calabro, con Pino Rigoli che chiuse il torneo. In panchina per un turno, ad interim, anche Alberto Villa.

Questa stagione, caratterizzata dal cambio al vertice del club, con Marco Arturo Romano nuovo presidente, era iniziata proprio daAntonio Calabro. Sembrava essere lui l'allenatore designato per guidare i laziali ed effettivamente così è stato fino a ieri. Quando le parti si sono separate. A darne annuncio in una conferenza stampa congiunta proprio il presidente e lo stesso tecnico, che così ha spiegato la sua scelta: “Ho dei problemi famigliari non irrisolvibili, la mia presenza è più opportuna da altre parti che qui. Devo ringraziare il presidente che ha capito le mie esigenze. Ho preso questa decisione a malincuore". 

Insomma stavolta non è stato un esonero, ma una separazione dettata da motivi contingenti. La Viterbese quindi si è rivolta a Giovanni Lopez, per altro ancora sotto contratto, che torna in gialloblu con entusiasmo: "Vengo a continuare un discorso e un lavoro iniziato l'anno scorso. Fatto cose bellissime con ragazzi molto giovani. Non ho potuto farlo per i motivi che sapete e senza che li ripetiamo. So quali sono le necessità della società in questo momento. Modulo? Il discorso è molto semplice: venire qui a 5 giorni dalla prima gara, cambiare il sistema di gioco non mi sembra la decisione corretta. E' stata fatta una preparazione per quel tipo di gioco e io l'ho fatta a Lucca con risultati ottimi, quindi continuerò con quel sistema. Mercato? Abbiamo parlato un po' di tutto".

Come sottolineato proprio da mister Lopez, lo scoglio principale sarà affrontare questo cambio alla guida tecnica a ridosso dell'inizio del torneo. Un tecnico esperto come lui comunque saprà gestire bene la transizione. Nuova proprietà in casa Viterbese, ma le panchine regalano sempre sorprese. Per un motivo o per l'altro.