Casarano, il pres. Maci: «Costantino non rischia. Se necessario, interverremo sul mercato»

05.12.2022 20:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Casarano, il pres. Maci: «Costantino non rischia. Se necessario, interverremo sul mercato»

Ha parlato al termine della partita il presidente Maci e ha commentato la direzione arbitrale

“Per quanto riguarda la partita noi abbiamo avuto una grande occasione con Saraniti, forse quella era l’opportunità per passare in vantaggio. Subito dopo abbiamo preso un rigore, un po’ generoso e poi su un errore individuale abbiamo subito il 2-0. Dopo ci abbiamo creduto e alla fine potevamo pareggiare questa partita. Devo però dire che Cavese-Casarano meritava forse una direzione arbitrale all’altezza degli sforzi e degli investimenti delle due società, non mi è sembrata una direzione all’altezza del confronto. Ci sono un paio di gol che gridano vendetta, con delle segnalazioni inventate. Mi verranno a dire che questa è la migliore terna, e allora se è così siamo messi un po’ male, penso che oggi tutta la terna hanno preso delle decisioni, tutte in buona fede, a nostro svantaggio. Questo è un girone molto difficile, certo speravamo di avere più punto, abbiamo steccato troppe gare in casa, qui a Cava si può anche perdere, contro una grande squadra. Non demordiamo, andiamo avanti, venderemo cara la pelle e da domani, se sarà necessario, interverremo sul mercato per migliorarci ulteriormente. Fino ad oggi è mancata un po’ di fortuna e in alcune circostanze un po’ di determinazione, però noi abbiamo fatto troppi pareggi in casa, con due vittorie in più saremmo meno distanti dalla vetta. Otto punti sono tanti, ma possono essere recuperati. Mister Costantino non è a rischio, noi abbiamo un progetto che cercheremo di portare avanti. Il tifoso quando perde non è felice e in quel momento non può essere razionale e noi questo lo comprendiamo, abbiamo però bisogno di loro, la società è vicina alla squadra e faremo di tutto per cercare di risalire la china, a partire da domenica prossima”.