Viterbese, nota del presidente Romano: "I nostri appelli non sono serviti"

09.12.2019 22:30 di Elena Gestra   Vedi letture
Viterbese, nota del presidente Romano: "I nostri appelli non sono serviti"

“Abbiamo deciso di non protestare più, i nostri appelli non sono serviti a nulla. Le ripetute ingiustizie subite sono evidentemente la normalità e il destino della nostra Viterbese non interessa a nessuno. Abbiamo deciso di protestare in silenzio, sperando che questo diventi assordante per tutti quelli che ci stanno facendo del male. Io come Presidente domenica mi sono sentito umiliato, offeso e senza parole difronte ai miei giovani calciatori che erano disperati per aver perso una partita giocata in modo perfetto, a causa dell’ennesima svista arbitrale sul finire della partita. Siamo stufi di subire dei torti e per protestare nei confronti delle istituzioni abbiamo deciso di non partecipare all’incontro del 19 dicembre con gli arbitri. Invitiamo tutti a riflettere e che il nostro silenzio sia sempre più assordante e faccia riflettere le autorità preposte.”

Il Presidente
Marco Arturo Romano