Fusioni, scissioni e cambio di sede: scadenze e novità per le società

15.07.2020 12:45 di Francesco Vigliotti   Vedi letture
Fonte: calcio illustrato
Fusioni, scissioni e cambio di sede: scadenze e novità per le società

La Lega Nazionale Dilettanti sta lavorando per mettere a punto la propria macchina organizzativa in vista della nuova stagione sportiva, nella speranza che le attività agonistiche possano riprendere prima possibile non appena le autorità governative e sanitarie accenderanno la tanto attesa luce verde dopo la forzata interruzione causata dalla terribile pandemia da Covid-19.

In tal senso, considerato il momento particolare e la situazione eccezionale che si è verificata per via dell’emergenza sanitaria, la Lnd ha chiesto e ottenuto dalla Federcalcio l’adozione di alcuni provvedimenti in deroga alle vigenti normative, con l’intento di agevolare e favorire soluzioni volte a salvaguardare il patrimonio calcistico in ambito dilettantistico.

Le novità

Tra questi, vi sono le disposizioni concernenti il trasferimento di sede, di fusione, di scissione e di conferimento di azienda per le Società della Lnd e del settore Giovanile e Scolastico, di cui agli articoli 18 e 20 delle NOIF. Per tali operazioni, solo nella stagione sportiva 2020-21 si potrà procedere come di seguito specificato:

le istanze potranno essere presentate entro il 20 luglio 2020, termine prorogato rispetto al 5 luglio per le Società della Lnd e rispetto al 15 luglio per le Società di “puro” Settore Giovanile;

il trasferimento di sede è consentito a condizione che la Società interessata sia affiliata alla Figc da almeno una stagione sportiva (non due, quindi) e che la stessa possa trasferirsi in Comune confinante, o anche in Comune non confinante, purché situato entro un raggio di 20 chilometri, nella stessa provincia o in provincia confinate, all’interno della stessa regione. Non si applica, solo per questa stagione sportiva, il vincolo del mancato trasferimento di sede nelle due stagioni precedenti;

le Società oggetto di fusione, la Società oggetto di scissione ovvero la Società conferente devono essere affiliate alla Figc da almeno una stagione sportiva (non due, quindi), e anche per tali operazioni non si applica il vincolo delle mancate effettuazioni di fusioni, di scissioni o di conferimenti di azienda nelle due stagioni sportive precedenti.

Tesseramenti: le nuove date

Novità, in deroga, sono state eccezionalmente introdotte anche per quanto riguarda i termini di tesseramento in ambito dilettantistico, per i quali si è dovuto tenere conto pure della differenziazione rispetto alle Leghe professionistiche in ordine al diverso inizio della stagione sportiva 2020-21, per queste ultime fissato al 1° settembre 2020 e non, come per la Lnd, al 1° luglio 2020.

Il termine ultimo relativo alla presentazione delle liste di svincolo è stato posticipato al 20 luglio 2020, mentre il primo periodo per il trasferimento di calciatori “giovani dilettanti” e “non professionisti” tra Società partecipanti ai campionati organizzati dalla Lnd è stato ampliato, rispetto al passato, stante la permanente incertezza sull’inizio delle attività agonistiche a causa della pandemia da Covid-19, dal 1° luglio al 30 ottobre 2020. Il secondo periodo di tali operazioni è stato invece esteso a tutto il mese di dicembre di quest’anno, segnatamente dal 1° al 30.

Nessuna variazione, invece, è intervenuta quanto all’applicazione della normativa concernete la “variazione di attività” (da calcio a 11 a calcio a 5 e/o viceversa) regolata dall’articolo 118 delle NOIF: per la stagione sportiva 2020-21, il periodo fissato per l’invio o il deposito di tali richieste sarà dal 1° luglio al 30 ottobre 2020.

Le altre modifiche

Il comunicato ufficiale sui termini di tesseramento in ambito dilettantistico è stato pubblicato dalla Figc il 23 giugno 2020 con il numero 229/A, integralmente riportato dalla Lnd con proprio comunicato ufficiale n. 328 di pari data. Importanti novità sono emerse anche sotto il profilo regolamentare a seguito della riunione del Consiglio Federale svoltasi il 25 giugno 2020, che ha accolto delle specifiche richieste avanzate dalla Lega Nazionale Dilettanti.

La prima riguarda l’articolo 95, comma 2, delle NOIF, con la quale è stato eliminato per i calciatori e le calciatrici delle Società dilettantistiche il vincolo di tesseramento, nel corso di una stagione sportiva, per un massimo di tre Società e quello relativo all’impiego in gare ufficiali per solo due delle stesse. La modifica della suddetta norma è stata pubblicata dalla Figc sul comunicato ufficiale n. 238/A del 26 giugno 2020, riportato integralmente dalla Lnd con proprio comunicato ufficiale n. 335 di pari data.

È stato modificato anche l’articolo 94 ter delle NOIF, con l’integrazione del comma 12 bis il quale ha introdotto la possibilità di accordi pluriennali fino a un massimo di tre stagioni sportive per gli allenatori tesserati con Società del campionato di Serie D organizzato dal Dipartimento Interregionale della Lnd.

La nuova norma è stata pubblicata dalla Figc sul comunicato ufficiale n. 240/A del 26 giugno 2020, riportato integralmente dalla Lnd con proprio comunicato ufficiale n. 337 dello stesso giorno.