Olympia Agnonese, contro un Chieti in crisi non si può sbagliare

23.01.2020 21:30 di Giovanni Pisano   Vedi letture
Fonte: altomolise.net
Olympia Agnonese, contro un Chieti in crisi non si può sbagliare

L'Olympia Agnonese di nuovo al lavoro dopo il pareggio impostogli domenica 19 dal Cattolica, nei minuti finali di gara. 

Si, vero, un punto conquistato in esterno è  pur sempre un risultato positivo,  ma,considerato l'andamento  della gara e del come  e quando è arrivato il pareggio, il rammarico resta. Ma questi sono i soliti interrogativi che il calcio presenta mettendo  a nudo  le possibili  certezze e incertezze a riguardo dei risultati.

Domenica al Civitelle l'Olympia ospiterà il Chieti, nobile decaduta, che tutt'ora sta vivendo una situazione travagliata a riguardo dei risultati  e  cambiamenti della guida  tecnica, ufficializzato da parte della società teatina l'esonero  di Pino Di Meo dopo la pesante sconfitta subita domenica 19 ad opera del Porto S. Elpidio,  optando cosi  per  il ritorno in panca di Alessandro Grandoni. 

L'Olympia nella gara che ne verrà è  chiamata ad un doppio compito, vincere e sfatare il tabù che vuole:
 "cambio di allenatore mai perdente". Vittoria  significherebbe un buon passo in avanti per dare continuità  ai risultati positivi e  incamerare punti al fine di raggiungere il prima possibile una quota  che la porterebbe ad una  salvezza certa e poi giocarsi in tranquillità le chance per un possibile ingresso  nella zona playoff, possibilità nelle corde del gruppo.

Traguardo che l'Olympia raggiunse nella stagione agonistica 2016/2017, allorquando disputò la finale  playoff  allo stadio Benelli di Pesaro, a tal proposito  ci piace ricordare che l' Olympia uscì  dalla competizione pur  senza perdere,  ma in virtù di un vigente regolamento, che dava la possibilità  alla squadra ospitante di usufruire  del vantaggio di due risultati su tre. L'Olympia quel giorno pareggio' con il risultato di 1-1, in campo con il numero 5 giocava un certo Rullo, chissà se questo non sia un segno del destino.

Intanto buone notizie vengono dall'infermeria che vede  i completi recuperi fisici del puntero Acosta e del centrocampista Barbati. Domenica i mister avranno l'intera rosa calciatori a disposizione, in considerazione  del fatto che non ci saranno nemmeno  appiedati dal giudice sportivo, quindi imbarazzo della scelta per il mister, sugli undici da schierare.