UFFICIALE: Schio, ha prolungato il proprio contratto il difensore Talin

Eccellenza Veneto
04.08.2020 14:00 di Nicolas Lopez   Vedi letture
UFFICIALE: Schio, ha prolungato il proprio contratto il difensore Talin

La stagione 2020-2021 del Calcio Schio vedrà ancora in difesa il calciatore d’esperienza Marco Talin, originario di Thiene.

Chi è Marco Talin? Raccontaci la Tua storia calcistica.
«Ho cominciato a giocare a calcio nella squadra del paese: ho fatto i pulcini al Santo Molina. Ho subito trovato passione e mi divertivo. Ho visto che mi piaceva e coltivando la passione sono arrivate così le prime soddisfazioni. Infatti, sono andato a giocare a Vicenza alle giovanili. Arrivato qui come esterno alto, ho continuato con questo ruolo fino ai Giovanissimi. Poi, c’è stato un ragazzo della squadra più grande che è andato via, il mister mi ha portato terzino sinistro e non ho più cambiato. Mi piace molto il mio ruolo, amo correre e spingere sulla fascia e, nel tempo, mi ha portato a fare dei bei risultati. Ho trascorso, quindi, le giovanili in biancorosso fino alla Prima Squadra con esordio in Coppa. Poi ho scelto strade diverse e sono andato a giocare in serie D, trovando un bel campionato. Giocando da under ho trovato spazio e mi sono messo in mostra. Ho avuto un’opportunità a Pordenone in un’annata bellissima. E sono cambiato come giocatore e soprattutto come persona. Andando via di casa, sono cresciuto. Dopo l’infortunio ho avuto un periodo difficile, con uno stop di sei mesi. Con calma mi sono rimesso in mostra all’Altovicentino, poi è arrivato il Legnago in D e infine Schio. Ho deciso di cambiare vita, avvicinarmi a casa, trovare un lavoro e continuare a giocare con passione».

Cosa ha significato in questi anni giocare a Schio?
«Al mio arrivo sono rimasto colpito dall’ambiente trovato a Schio: non mi aspettavo di avere vicino a casa una realtà così competitiva e vogliosa di fare bene. Ho visto subito un Presidente che voleva fare le cose in grande, un Mister (Davide Zenorini) che sa di calcio, fa giocare bene la squadra a calcio e sa come spronare i giocatori a dare il massimo. Sono contento di essere venuto qui e far parte del gruppo anche quest’anno. Speriamo di far bene. Secondo me c’è un bell’organico».

Qual è il Tuo sogno?
«Il mio sogno è arrivare ai livelli che voglio. È l’obiettivo personale: riuscire a ritrovare il giocatore che ero e portare Schio, insieme ai miei compagni, dove merita. Secondo me siamo una squadra che merita di andare in palcoscenici più importanti, una realtà che sta crescendo molto».

Per il difensore, Calcio Schio, quindi, è sinonimo di Passione.
«Secondo me per far bene una cosa devi avere passione. Se non c’è, non dai il cento per cento. Per me il calcio è una passione. Lo vivo a 360° gradi, 365 giorni: sia in allenamento che alla partita della domenica».