Ternana, mister Lucarelli: «La mia vera carriera è iniziata a Catania»

06.04.2021 10:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Ternana, mister Lucarelli: «La mia vera carriera è iniziata a Catania»

Cristiano Lucarelli, allenatore della Ternana, è intervenuto ai microfoni di calciomercato.com: "Ancora oggi mi reputo un aspirante allenatore, la mia vera carriera è cominciata solo due anni fa, a Catania. Ricordo con affetto anche l'esperienza di Messina, una piazza dove si arrivò a 30.000 abbonati in Serie C e che è una piazza che fino a poco tempo fa respirava il clima della Serie A. Voglio crescere gradualmente, è più formativo così; sono pochi gli ex calciatori che hanno avuto la possibilità di fare subito il grande salto e per qualcuno di loro magari sono emerse delle lacune durante il loro percorso di crescita. Io voglio fare un passo alla volta e salire di categoria senza fretta".

"Il presidente Bandecchi? Ho trovato uno dei pochi livornesi a non essere di sinistra? Piuttosto, il presidente è uno dei pochi livornesi coi soldi (ride, ndr)... Dai playoff dello scorso anno col Catania, il suo corteggiamento nei miei confronti è stato un vero e proprio martellamento. Mi considerava la persona giusta, anche a livello carismatico, per allenare in una piazza importante come Terni. Ringrazio il presidente in particolare per avermi dato l'opportunità di far emergere anche il mio lato caratteriale reale, di aver valorizzato la mia immagine al di là delle etichette che mi hanno appiciccato addosso da una trentina d'anni a questa parte".

"Avevo una clausola per il rinnovo automatico in caso di promozione in Serie B, ma ora è chiaro che bisogna comprendere le intenzioni del presidente. Mi piacerebbe moltissimo potermela giocare ancora alla Ternana e anche in una categoria diversa come la B. Bandecchi è un imprenditore molto importante e molto organizzato, mi ha illustrato progetti importanti legati al calcio e il mio futuro è legato alle sue volontà, alla sua necessità di avere un centro sportivo adeguato e uno stadio all'altezza delle ambizioni".