Campodarsego, mister Ballarin: “C’è entusiasmo, nessun timore per l’avversario”

30.10.2020 19:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Campodarsego, mister Ballarin: “C’è entusiasmo, nessun timore per l’avversario”

La settimana del doppio cambio alla guida tecnica si chiude con una partita – per di più in anticipo – che deve ridare slancio alle sensazioni biancorosse. Domani, alle 14.30, il Campodarsego è di scena allo stadio “Gabbiano” contro il Caldiero. Si gioca a porte chiuse, in virtù dell’ultimo dpcm: per tutti i tifosi, sarà disponibile la diretta integrale del match sul profilo facebook del Campodarsego calcio. E sarà la prima in panchina per mister Alessandro Ballarin, pronto al debutto sulla panchina biancorossa e a quello assoluto alla guida di una prima squadra, scelto negli ultimi giorni dal presidente Pagine dal diesse Andrea Maniero per riportare il Campodarsego dove più gli compete. Reduce da quattro ko di fila, la squadra biancorossa deve rialzare la testa, e ci proverà subito. Ecco le prime dichiarazioni di mister Ballarin, dopo due soli allenamenti con il gruppo, ma già pronto alla prima sfida contro i veronesi.

Le prime parole: “Arriviamo entusiasti e carichi a questo primo appuntamento. Non abbiamo avuto molto tempo per lavorare, ma questa non è una scusa. Ci prepariamo bene, e siamo pronti a fare una grande partita. Grande rispetto per l’avversario, quello sempre, ma nessun timore: domani chi scenderà in campo dovrà dare tutto, dal primo all’ultimo minuto”.
Sulle proprie idee di gioco: “Nella mia carriera ho avuto la fortuna di avere tanti bravi allenatori, ma dire un nome su tutti vorrebbe dire sminuire altri che non cito. Di sicuro da tutti i miei allenatori ho imparato qualcosa, l’ho messo dentro me stesso per far sì di essere un allenatore degno della categoria. La mia idea di gioco? Una squadra corta, aggressiva, una squadra determinata, che sa soffrire e soprattutto che si aiuti”.
Sui primi giorni di lavoro: “Di lavoro ce n’è tanto, e non mi spaventa. L’approccio con la squadra e l’ambiente è stato positivo: ho innanzitutto la fortuna di conoscere bene lo staff tecnico, perchè con tutti avevo già lavorato in passato, mentre con la squadra in queste due sedute sono stato accorto in maniera disponibile dai ragazzi. Spero di riuscire ad entrare bene, per far sì di riuscire intanto a compiere una bella partita, e poi di cominciare a raccogliere i frutti che questi ragazzi meritano”.