Fresu, presidente Sassari Latte Dolce: «Si spenderebbero 7000 euro al mese per i tamponi...»

28.11.2020 07:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fresu, presidente Sassari Latte Dolce: «Si spenderebbero 7000 euro al mese per i tamponi...»

Roberto Fresu, presidente del Sassari Latte Dolce, è stato ieri intervistato dalla nostra redazione: «Siamo stati fermi tanti mesi, abbiamo giocato un po' ed ora siamo di nuovo fermi da 40 giorni; ora forse faremo questo recupero con la Vis Artena Domenica 29 novembre. Fermare il campionato per disputare i recuperi, quando non ci sono dei dettami adeguati a farli disputare, lascia il tempo che trova. Avevo dei dubbi all'inizio della stagione, quando il campionato è iniziato tardi e che la Coppa Italia non è proprio partita: senza vaccini, a mio avviso, non si doveva proprio partire. Sono stati fatti degli investimenti da folli e, per quanto mi riguarda, forse non si finirà neanche il campionato, qui già si parla della terza ondata. In questo modo ci rimetteranno sempre le società: questo modus operandi da parte della LND non mi è piaciuto per niente, hanno fatto finta che non fosse successo niente lo scorso anno quando finimmo tre mesi prima, e non abbiamo ricevuto neanche aiuti nel momento dell'iscrizione. Noi siamo su un'isola, abbiamo seri problemi di trasporti: in estate le sei società sarde scrissero anche alle lega, la quale non ci ha proprio risposto. Poi c'è da capire anche questo nuovo protocollo come verrà organizzato: si parla di tamponi, bolla per 40 calciatori, così facendo ogni società spenderebbe circa 7000 euro al mese. Si riprende a dicembre? Speriamo. Io credo che ci sia bisogna che le regole vengano rispettate, perché in tante ci hanno marciato, sono state stravolte le regole di inizio campionato».