Lucchese, venerdì calciatori impegnati in una bella iniziativa

16.10.2019 19:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Lucchese, venerdì calciatori impegnati in una bella iniziativa

I giocatori della Lucchese venerdì 18 ottobre saranno tra i protagonisti di dell'iniziativa "Viva! la settimana per la rianimazione cardiopolmonare" in programma dalle 9 alle 12,30 in  piazza Aldo Moro a Capannori. L'evento, rivolto agli studenti e ai docenti di tutte le scuole della Piana (primarie e secondarie di primo e secondo grado) consisterà in un maxi corso suddiviso per fasce d'età con l'obiettivo di far conoscere cosa è un arresto cardiaco, come si riconosce e quali sono le principali manovre  di rianimazione cardiopolmonare con l'utilizzo del defibrillatore semi automatico e disostruzione.

Il professor Riccardo Guidi, docente di educazione fisica e preparatore atletico della Lucchese, nel corso di una conferenza stampa ha spiegato il ruolo dei giovanotti rossoneri, testimonial dell'impegno sociale e civile.

"I giocatori saranno parte attiva della manifestazione per coinvolgere e motivare gli studenti. Ringrazio loro e la  Lucchese 1905 per aver accolto con entusiasmo l'invito a partecipare. Lo scopo è far conoscere le importanti manovre salvavita con l'uso del defibrillatore. Una giornata dall'alto valore educativo e sociale durante la quale saranno tra l'altro illustrate le compressioni salvavita. Oltre alla parte teorica ci sarà, a fine mattinata, anche quella pratica.".

 L'iniziativa vedrà la partecipazione di alcune centinaia di studenti ed è è organizzata  dalla Mirco Ungaretti Onlus in collaborazione con il  Comune di Capannori,  l'Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara  con  il sostegno dei giocatori della Lucchese Calcio, dell'Allegra Brigata e di altre società sportive.

 'Viva!' la settimana per la rianimazione cardiopolmonare è promossa da Italian Resuscitation Council.

A conclusione della mattinata tutti gli studenti realizzeranno un maxi cuore formato da 100 manichini che faranno battere a tempo di musica.