Matelica, Micciola: "Un arbitro ha cambiato le sorti di questo campionato"

15.04.2019 17:00 di Ermanno Marino   Vedi letture
Matelica, Micciola: "Un arbitro ha cambiato le sorti di questo campionato"

Il Matelica ha probabilmente detto addio ai sogni di promozione diretta in Serie C con la sconfitta patita ieri in casa della Recanatese. Un ko che si è accoppiatto con la vittoria di rigore del Cesena a Vasto. Un rigore, quello decisivo dei bianconeri, peraltro inesistente (clicca qui).

Inevitabile che proprio l'episodio in casa della Vastese generi polemica. A prendere parola in casa biancorossa è il direttore sportivo Francesco Micciola: "Del Cesena abbiamo sempre evitato di parlare perché secondo noi è giusto che ognuno pensi a fare la propria strada. Vorrei spendere però due parole sul signor Frascaro di Firenze che nel giro di una settimana ha cambiato le sorti di questo campionato. Al Giovanni Paolo II, nella partita con la Jesina, ha concesso un rigore agli ospiti al limite dell’area su fallo di Cuccato, ieri a Vasto ha fischiato un rigore per un episodio avvenuto ancora fuori dall’area permettendo al Cesena di portarsi a casa tre punti. Ha scatenato il delirio all’Aragona e mi piacerebbe sapere se l’anno prossimo verrà promosso anche lui in serie C, se sarà così, personalmente gli farò i miei complimenti. Sbagliare è umano e accade in tutti i campi, ma far arbitrare in 7 giorni lo stesso arbitro sia la vice capolista che la capolista con due rigori in questo modo lascia molto amaro in bocca".

L'analisi poi torna alla gara di ieri a Racanati dei ragazzi di Tiozzo: "A Recanati è stato l’episodio che ha determinato il risultato, noi abbiamo avuto diverse occasioni che non siamo riusciti a concretizzare, anche un po’ di sfortuna devo dire, due pali, un rigore su Florian non concesso e il rigore non realizzato. E’ stata una partita equilibrata in alcuni momenti, anche se  il Matelica sicuramente meritava di più, ha condotto egregiamente la gara, mentre la Recanatese è venuta fuori solo in qualche contropiede".

Lotta per il primo posto chiusa? Non per il diesse del Matelica: "In questo campionato nulla è scontato, noi pensiamo a fare il nostro e a fare punti poi alla fine vedremo cosa raccoglieremo. Dispiace per la sconfitta, ma ci rimettiamo subito a lavoro come abbiamo fatto ogni giorno da luglio, adesso testa alla Savignanese dovremo affrontarla con il piglio giusto come abbiamo fatto ieri, sono certo che faremo una grande partita. Il Cesena sarà impegnato col Notaresco che ha bisogno di punti per accedere ai playoff".