Union Feltre, via il vice presidente D'Incà. Giusti ancora al timone del club

13.11.2019 21:30 di Ermanno Marino   Vedi letture
Fonte: il gazzettino
Union Feltre, via il vice presidente D'Incà. Giusti ancora al timone del club

Nicola Giusti ancora alla gui­da dell'Union Feltre. Ancora per un triennio sarà lui il verti­ce di una società che in questi anni ha portato in alto il calcio bellunese: la decisione è arriva­ta lunedì sera al termine della riunione dei soci. Nella realtà dei fatti non c'è stato alcuno stravolgimento per quanto ri­guarda il direttivo, solo minimi aggiustamenti. L'unico a non dare la disponibilità a continua­re l'avventura in verdegranata è stato il vice presidente Grazia­no D’Incà.

La continuità. Dei 59 soci dell'Union Feltre più di quaranta erano alla riunione e dalle urne sono usciti i nove membri che per i prossi­mi tre anni gestiranno le sorti verdegranata. I nomi sono que­sti: Massimo Agnello. Moreno Colmanet. Mauro De Menech. Davide Fent. Nicola Giusti. Ste­fano Maset. Fabrizio Monticel­lo. Matteo Roncalli e Siro Sca­riot. Il ruolo di presidente rime­ne nelle mani di Nicola Giusti, lo spiega il portavoce della so­cietà, Davide Fent: «Giusti sarà ancora il presidente per una se­rie di motivi che incontrano il bene della società non ultimo quello della necessità di dare ancora qualche anno di conti­nuità alla realtà Union Feltre. Non va nemmeno dimenticata la passione che lo stesso Giusti dimostra dedicando molto tem­po al Feltre». Il ruolo di vice presidente verrà ricoperto dall'ex calciatore di lungo cor­so Matteo Roncalli.

I saluti. La società spiega l"’addio” di Graziano D'Incà: «Il vice Gra­ziano D'Incà lascia il suo incari­co dice Fent - non certo per motivi di incomprensione, ma perché la sua scelta di vita non è compatibile con il ruolo fin qui ricoperto nell'Union Feltre. La società e il direttivo lo rin­graziano perché In questi anni è stata una figura molto impor­tante e In qualità di commercia­lista ha fornito al Feltre un aiu­to indispensabile vista la giova­ne età della società. Va anche detto che lui è stato il trait d'union fra mister, giocatori e consiglio e ci mancherà mol­to».

Lo sponsor. Altro capitolo è legato alla fa­miglia Cremonese, uno degli sponsor dell'Union Feltre non presente in consiglio: «La fami­glia Cremonese e in particolare Dario sono da sempre molto vi­cini all'Union Feltre e alla sua prima squadra e anche se non sono nel consiglio rimangono uno dei nostri interlocutori maggiori». Al consiglio sono state assegnate anche le dele­ghe: settore giovanile a Massi­mo Maset. la prima squadra a Nicola Giusti. Mauro De Mene­ch e Fabrizio Monticello. la lo­gistica a Siro Scariot e Moreno Colmanet e le relazioni pubbliche a Davide Fent.