UFFICIALE: Il Bitonto fa sul serio, chiuso un doppio colpo in entrata

20.09.2020 12:06 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
UFFICIALE: Il Bitonto fa sul serio, chiuso un doppio colpo in entrata

Il Bitonto, smaltita (in parte) la delusione per la mancata promozione in Lega Pro, dimostra di voler a tutti i costi riprovare la scalata al professionismo. E lo dimostrano gli ultimi due colpacci, annunciati con i seguenti comunicati stampa:

- L’U.S. Bitonto Calcio ufficializza che l’attaccante Giuseppe Genchi è un nuovo calciatore neroverde.

Nato a Bari, classe ’85, Genchi proviene dal Taranto e arriva a Bitonto con un curriculum che racconta di gol, in ogni categoria, in giro per l’Italia, in piazze prestigiose come Carpi, Chieti, Manfredonia, Ancona, Bisceglie, Termoli, Taranto, Monopoli e Potenza.

Queste le prime parole in neroverde di Genchi.

«Sono a Bitonto perché mi ha cercato la società sin da subito, sia per un progetto tra i Professionisti sia eventualmente per la D. Ho sentito sin da subito la stima della società e l’affetto della città che mi ha voluto e mi ha accettato. Conosco mister Ragno, c’è consapevolezza di poter fare bene in D e tornare subito a vincere. C’è tanta voglia di rivincita, di tornare a giocare a calcio e di essere protagonisti».

- L’U.S. Bitonto Calcio comunica che l’attaccante Riccardo Lattanzio sarà un calciatore neroverde anche nella stagione 2020/2021.

Per la punta andriese, classe ’89, si tratta di una importante riconferma, dopo la prima scorsa stagione all’ombra dell’olivo, corredata anche da cinque reti.

«Devo ringraziare la famiglia Rossiello che ha creduto in me, dopo quanto fatto lo scorso anno, e la società per la fiducia – ha commentato Lattanzio –. Per me è un onore rappresentare la città ed essere testimonial della campagna abbonamenti.

C’è voglia di riprenderci quello che ci è stato tolto, non sarà facile, ne siamo consapevoli, stiamo partendo in ritardo ma siamo ugualmente qui, con un progetto nuovo, sempre ambizioso e con un allenatore vincente. Sicuramente diremo la nostra, sperando di centrare il bis e riprenderci la Serie C».