Usinese, tante occasioni mancate. Satta: «Ci rifaremo»

Promozione Sardegna
03.06.2020 23:00 di Massimo Poerio   Vedi letture
Fonte: la nuova sardegna
Usinese, tante occasioni mancate. Satta: «Ci rifaremo»

Ufficializzato lo stop anche del campionato di Promozione, non rimane altro che tirare le somme, anche se in modo parziale visto che mancavano ancora otto giornata dalla fine, ma altra soluzione non si poteva adottare.

Tutto è rimasto fermo all’ultima gara risalente al primo marzo. L’Usinese ha chiuso con la vittoria per 4-3 al Peppino Sau contro il Valledoria. Una vittoria importante per i rossoblu che le consentiva di posizionarsi al quinto posto guardando con convinzione all’obiettivo playoff.

«Le prospettive erano buone – dice il direttore sportivo Antonello Satta – la squadra stava girando bene, inanellando cinque vittorie consecutive e in quel momento abbiamo capito che potevamo ambire a qualcosa di importante, dopo una partenza con alti e bassi, un momento intermedio opaco, e un finale all’altezza delle nostre aspettative, quelle che avevamo auspicato in avvio di campionato. C’è da ricordare che abbiamo cambiato nove undicesimi in confronto alla rosa dell’anno precedente e un allenatore nuovo in tutti i sensi proveniente dal Futsal. La scelta di Giampiero Loriga ci ha premiato, abbiamo avuto a che fare con un allenatore veramente preparato, serio e all’altezza del compito che gli abbiamo assegnato, credo di non avere dubbi sulla sua riconferma».

Ma senza il Covid come sarebbe andata? «Dopo che la squadra aveva trovato l’assetto giusto, potevamo ambire benissimo al terzo posto, di questo sono convinto. I ragazzi stavano mostrando carattere e convinzione, ma la cosa più importante è che si era trovato l’assetto giusto e importanti equilibri». Poteva essere una stagione al vertice, con una rosa di tutto rispetto con giocatori di elevata caratura che davano garanzie: «La partenza non è stata delle migliore, troppi incidenti di percorso con tanti infortuni che non ci hanno risparmiato, poi, ricordiamoci che dovevamo misurarci contro una grande squadra come, l’Ilvamaddalena e arrivare primi sarebbe stato molto difficile».

A proposito dell’Ilvamaddalena, è d’accordo per la promozione in Eccellenza? «Non ho alcun dubbio, è una squadra che merita ampiamente il salto di categoria».