Juventus, -15 ma i punti di penalizzazione potrebbero aumentare. Due i casi al vaglio della Procura

21.01.2023 15:15 di Anna Laura Giannini   vedi letture
Juventus, -15 ma i punti di penalizzazione potrebbero aumentare. Due i casi al vaglio della Procura

Il caso delle plusvalenze artificiali ha causato un grande sconquasso nella Juventus. La procura della Figc ha annunciato di voler chiedere la revoca della sentenza di assoluzione di maggio, e a nessuno era venuto in mente che l'eventuale riapertura del processo sportivo avrebbe portato a una penalizzazione di 15 punti inflitta dalla Corte d'appello federale. La Juventus e altre società sportive professionistiche sono al centro di un nuovo procedimento per ulteriori e nuove condotte disciplinarmente rilevanti rispetto a quelle per le quali è stata già esercitata l'azione disciplinare.

La procura Figc sta valutando due elementi emersi dal procedimento penale: le manovre stipendi e le partnership della Juventus con altre società di Serie A. Le manovre stipendi, come ricostruito finora dai pm torinesi, hanno comportato la sottoscrizione di scritture private tra la Juventus e i calciatori, noti come "side letter", che impegnavano incondizionatamente il club a pagare gli stipendi posticipati a 17 giocatori che avevano aderito alla richiesta, ma non sono state depositate in Lega Serie A.

In caso di conferma dell'ipotesi accusatoria, la Juventus si troverebbe in violazione dell'articolo 31 del Codice di giustizia sportiva, che norma le violazioni in materia gestionale ed economica. Il comma 3 stabilisce che una società che pattuisce con i propri tesserati o corrisponde comunque loro compensi, premi o indennità in violazione delle disposizioni federali vigenti, è punita con un'ammenda da uno a tre volte l'ammontare illecitamente pattuito o corrisposto, cui può essere aggiunta la penalizzazione di uno o più punti in classifica. Il termine chiave è "pattuisce", poiché la Juventus avrebbe siglato un'intesa con 16 giocatori, tra cui Ronaldo, per i quali non è stato pagato gli stipendi posticipati. In caso di deferimento, la Juventus rischia quindi una nuova penalizzazione e una multa "da uno a tre volte" l'ammontare illecitamente pattuito o corrisposto.