Acireale, un mercato per sognare. Pagana: «Saremo noi la squadra da battere»

03.07.2020 08:00 di Massimo Poerio   Vedi letture
Fonte: gazzetta dello sport
Acireale, un mercato per sognare. Pagana: «Saremo noi la squadra da battere»

Si ricomincia con la voglia di sempre, vincere. La dirigenza acese con in testa il d.s. Agatino Chiavaro e l’instancabile Giuseppe Fasone, è già in una fase più che avviata.

Riconfermati il tecnico Pagana, i due talentuosi protagonisti della scorsa stagione, il capitano Peppe Savanarola e l’argentino Nicolas Rizzo, 26 gol in due tra coppa e campionato (non ultimato) e, nei giorni scorsi, il centrocampista Facundo Gustavo OttVale, Orlando, Cannino ed i giovani Barbagallo, Mauceri e Fazzio.

Vicino alla riconferma anche De Felice, Nella casella arrivi, si fa il nome di Pietro Balistreri, cercato anche da altre piazze siciliane e non, occhi puntati anche sull’attaccante della Cavese ed ex Juve Stabia, El Ouazni. Della Cavese piace anche Simone Addessi. Altre piste portano a Domenico Santoro, prima punta classe ‘95 del Gravina e Luigi Scotto, attaccante del ‘90 del Mantova.

Allenatore Il tecnico Pagana, si gode gli ultimi giorni di vacanza, come sempre ha le idee molto chiare: «Il mio desiderio era continuare il percorso iniziato, poi le vicende che conosciamo e la fine anticipata. Anche perché l’anno scorso, sapevamo delle penalizzazione che sarebbero arrivate a torneo in corso, per le gestioni sbagliate degli anni precedenti, quest’anno invece, partiamo alla pari. Ho chiesto e ottenuto la riconferma di alcuni giocatori forti sia dal punto di vista tecnico che umano. Necessitano rinforzi di qualità, almeno uno in tutti i reparti. La squadra da battere? L’Acireale. Poi Savoia, la F.C.Messina, il Licata, l’altro Messina, ma è ancora presto per dirlo, dobbiamo aspettare la formazione del girone. Sotto questo punto di vista mi aspetto anche un buon Paternò, sono molto contento per la società e la tifoseria che conosco molto bene, per la loro partecipazione alla D. Non sappiamo ancora quando inizieremo, per questo aspettiamo la Lega, noi siamo pronti e ci faremo rispettare».