Acr Messina, vittoria senza patemi contro la Palmese

15.12.2019 19:45 di Francesco Pizzoccheri   Vedi letture
Fonte: messinasportiva.it
Acr Messina, vittoria senza patemi contro la Palmese

Terzo successo casalingo per l'Acr Messina di mister Karel Zeman.

Il pre-partita – Nel Messina spazio per il portiere Pozzi (preferito ad Avella) e il centravanti Rossetti, tra i tanti volti nuovi del mercato di riparazione. Con lui in attacco Crucitti e Manfrè Cataldi. Zeman torna a riproporre quattro under rispetto ai cinque schierati a Torre Annunziata nel match perso contro il Savoia.

La cronaca – Il Messina parte con il piglio giusto e già al 5’ va vicino al vantaggio con il colpo di testa di Rossetti che si spegne di poco a lato. Al 9’ padroni di casa ancora pericolosi con Manfrè Cataldi che non aggancia un invitante pallone. Questione di tempo, un minuto più tardi arriva l’1-0. Pregevole il controllo di Rossetti che stoppa il pallone a centro area e scarica in rete con un destro potente e preciso, non lasciando scampo a Barbieri. E’ il primo gol in giallorosso per il nuovo centravanti dell’Acr. La squadra di Zeman continua a spingere e al 13’ Manfrè Cataldi colpisce la base del palo dopo essere staccato sugli sviluppi di un corner. La Palmese non riesce a produrre una reazione. I neroverdi si segnalano soltanto per il diagonale fuori misura di Bonadio e il colpo di testa debole di Scopelliti, facile preda per Pozzi. Prima del finale di tempo ci prova Crucitti dalla distanza, senza impensierire Barbieri. Alla ripresa, dentro Buono in luogo di Manfrè Cataldi. Il copione non cambia e i giallorossi ci provano con Cristiani, ma sul suo colpo di testa è attento Barbieri. Sulla punizione battuta da Crucitti il Messina protesta per un possibile tocco di braccio sull’inserimento di Buono, per Fichera si può proseguire. Al 15’ clamorosa occasione per la Palmese con Baccillieri che si ritrova tutto solo davanti a Pozzi, ma sciupa tentando un improbabile pallonetto, con la sfera che finisce tra le braccia del numero uno giallorosso. Scampato il pericolo, il Messina trova il gol della sicurezza al 26’. Crucitti innesca Fragapane che scatta sul filo del fuorigioco e regala all’accorrente Saverino un pallone soltanto da spingere in fondo al sacco. Il centrocampista festeggia la rete sotto la Curva, togliendosi la maglia. E’ il colpo del ko per la Palmese. Da dimenticare, poi, la conclusione di Rossetti che termina abbondantemente alta. Interessante lo spunto di Crucitti che calcia a giro e va ad un soffio dallo specchio. Nel finale c’è gloria anche per Danza, Bonasera e Barbera, nella girandola dei cambi. La Palmese si fa vedere con Bonadio che impegna in tuffo Pozzi. Finisce 2-0. Terzo successo casalingo per Karel Zeman e la marcia verso la zona playoff può riprendere: il terzo posto è distante appena due punti.

Il tabellino: Messina-Palmese 2-0
Marcatori: 10’ pt Rossetti (M), 26’ st Saverino (M)
Messina: Pozzi, De Meio (43′ st Barbera), Fragapane (43′ st Bonasera), Lavrendi, Ungaro, Bruno, Cristiani (30’ st Danza), Saverino, Rossetti (35′ st Famà), Crucitti, Manfrè Cataldi (1’ st Buono). A disp. Avella, Strumbo, Bossa, Cafarella, All. Karel Zeman.
Palmese: Barbieri, Germanà, Carrozza (17′ st Maceri), Franco (10’ st Verdirosi), Misale, Baccillieri, Bonadio, Villa, Tiboni, Scopelliti, Carlo (30’ pt Battaglia). A disp. Zoccali, Santamaria, Romagnino, Zito, Barrese. All. Antonino Ollio.
Arbitro: Riccardo Fichera di Milano. Assistenti: Emilio Giulio Lombardi di Ostia Lido e Marco D’Ottavio di Roma 2.
Note – Ammoniti: Franco (P), Scopelliti (P), Saverino (M), Bruno (M). Angoli: 7-4 per il Messina.