Gladiator, Aveta-De Felice: “Dispiace per alcune reazioni...”

21.11.2019 23:00 di Elena Gestra   Vedi letture
Gladiator, Aveta-De Felice: “Dispiace per alcune reazioni...”

Gladiator a lavoro per preparare la trasferta in terra lucana domenica pomeriggio contro il Grumentum. Dopo quattro sconfitte consecutive tutto l’ambiente nerazzurro si aspetta un pronto riscatto in quello che la classifica considera uno scontro diretto per la salvezza. Il presidente Mattia Aveta, in sinergia con Giacomo De Felice, commenta così il momento che sta attraversando il Gladiator:

“L’intera società dallo staff all’ultimo dei collaboratori sta facendo quanto richiesto rispettando i programmi di inizio stagione ossia dare il 100% ogni singolo giorno e in ogni partita. E’ vero i risultati non stanno ripagando il grande lavoro che stiamo svolgendo ma come società siamo assolutamente tranquilli perché sapevamo che sarebbe stata una stagione difficile e che l’obiettivo era complicato da raggiungere in un girone durissimo. Avevamo messo in preventivo di poter attraversare un momento poco felice sotto il profilo dei risultati, l’importante è che si mantiene sempre la calma non perdendo di vista il traguardo finale. Questo periodo di mancati risultati non deve compromettere il lavoro settimanale ed è compito nostro mantenere i ragazzi tranquilli e sereni perché i conti si faranno il 3 maggio quando tireremo le somme e vedremo dove siamo arrivati e cosa poter migliorare. Siamo convinti che proseguendo su questa strada i risultati ci daranno ragione perché i sacrifici pagano sempre”. 

A Taranto e Casarano due partite molto simili. Con la Nocerina un ko immeritato frutto di un episodio e con il Cerignola dopo il gol pugliese si è vista un’altra partita.
“Abbiamo affrontato Taranto, Casarano e Cerignola che rispetto a noi lottano per un obiettivo ben diverso. C’è un gap con queste società e sappiamo a cosa possiamo andare incontro. Viste le prestazioni questa differenza così netta non si è notata. Solo col Cerignola a metà primo tempo e sotto di un gol è emersa la loro superiorità ma precedentemente assolutamente no. Questo è motivo di orgoglio perché significa che la squadra c’è e non potrà sempre girare male. Chi vive di calcio e lo conosce bene può capitare che ci sono giornate storte come accadde con la Nocerina quando perdemmo immeritatamente. E’ un periodo che ci gira così ma ci ricompatteremo lasciandoci alle spalle tutto quanto accaduto. Siamo tutti tranquilli e non ci lasciamo certo abbattere dalle negatività di questi risultati. A ciò si aggiungono sicuramente episodi arbitrali che non hanno facilitato le cose, ma su questo la società si è tutelata e si tutelerà nelle sedi opportune”.

All’orizzonte Grumentum e Brindisi che rappresentano due ulteriori banchi di prova molto importanti. 
“La squadra è serena e tranquilla ma al tempo stesso amareggiata perché avrebbe voluto raccogliere qualcosa in più nelle ultime settimane. Stanno lavorando molto intensamente in campo e siamo sicuri che avranno la forza per riprendersi. D’altra parte questo girone è talmente equilibrato che ci sono compagini che pur investendo molto e pur avendo un blasone storico si trovano nella parte destra della classifica. I nostri calciatori non dovranno farsi prendere dall’ansia di fare il risultato a tutti i costi perché nel calcio se c’è tutta questa pressione e tensione diventa tutto più difficile. Devono continuare a lavorare come stanno facendo e i risultati quanto prima arriveranno”.

Domenica a termine dell’incontro casalingo col Cerignola parte della tifoseria ha mugugnato e lo stesso presidente lancia un messaggio distensivo a tutti.
“Mi è dispiaciuto sentire e vedere determinate reazioni a fine gara, così come i volti dei tifosi amareggiati, ma ora di certo questo non ci aiuta e perciò noi società e tutti i calciatori continueremo sulla stessa linea senza farci distrarre da ciò che accade fuori. E’ bello vedere lo stadio pieno e sentire il supporto da parte loro, ma è meglio il silenzio rispetto a ciò che si è ascoltato domenica e nei giorni successivi. La nostra società ha sempre dimostrato grande chiarezza e trasparenza senza mai andare oltre le proprie possibilità, senza l’aiuto di nessuno”. 

A proposito di questo, nelle ultime settimane ha tenuto banco anche l’argomento stadio che sta particolarmente a cuore della tifoseria e ovviamente dell’intera dirigenza nerazzurra. 
“Sembra finalmente che qualcosa si sia iniziato a muoversi. Infatti sembra sia pronta da parte della Giunta comunale una delibera per la pubblicazione del bando per l’affidamento dello stadio Piccirillo della durata di dieci anni alla quale noi, sicuramente come altre società, parteciperemo. Pensiamo e speriamo di avere i requisiti per potercela aggiudicare ma non c’è nulla di certo e prima della prossima primavera non si potrà né programmare né pianificare un discorso in tal senso”.