La Vis Artena cade a Giugliano: prima vittoria per i campani

18.10.2020 21:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
La Vis Artena cade a Giugliano: prima vittoria per i campani

La Vis Artena cade a Giugliano. La squadra rossoverde ha molto da recriminare. In primis con sé stessa, per gli errori sottoporta. Al 14’ del primo tempo sul cross di Carbone, Cericola è bravo ad anticipare l’uscita del portiere avversario e a servire Falasca che da fuori area tenta un pallonetto per scavalcare la difesa gialloblu, ma la palla termina alta sulla traversa. Al 39’ del primo tempo percussione in area di Cericola, palla a Sabatini che calcia: Piazza ha un buon riflesso e mette in angolo. In mezzo le mancate espulsioni per Micillo che rifila una gomitata a Taviani a palla ormai lontana, e a Carbonaro per una scivolata killer su Vassallo (uscito dal terreno di gioco zoppicante). Nella ripresa, dopo il gol e nonostante in dieci uomini per una ingiusta espulsione refilata a Cataldi, la Vis ha cercato il pareggio. L’occasione più importante è capitata sui piedi di Pompei al 42’: il numero 3 rossoverde su sponda di Taviani, riceve palla dal limite dell’area e calcia rasoterra, l’estremo difensore avversario blocca in due tempi.

Giugliano – Vis Artena 1-0

Giugliano (1-4-3-3): Piazza, Micillo, Mennella (42’ st De Siena), Tarascio, Carbonaro, Stendardo, Poziello, Liccardo, Orefice A. (38’ st Di Dato), Caso, Arario (8’ st Filogamo (48’ st Ribeiro)). A disposizione: Mola, D’Ausilio, Otranto, Granato, Orefice C. Allenatore: Agovino.

Vis Artena (1-3-5-2): Manni, Pompei, Cataldi, Negro (13’ Contucci), Paolacci, Sabatini (34’ Massa), Falasca, Vassallo (17’ Cesarini), Taviani, Cericola, Carbone (31’ Varano). A disposizione: Salvati, Cerbara, Rossi, Fleury, Cucciari. Allenatore: Perrotti.

Arbitro: Cutrufo di Catania; Assistenti: Attardi di Ragusa e Ricchiari di Palermo.

Marcatori: 16’ st Caso.

Espulso: Cataldi (V) al 28’ st per fallo di gioco.

Ammoniti: Micillo, Carbonaro, Di Dato (G); Paolacci, Falasca, Contucci, Cesarini (V).