SVINCOLATI AIC EQUIPE CAMPANIA - Agonismo e combattività: i marchi di fabbrica di Vincenzo Guarino

20.09.2022 20:05 di Stefano Sica   vedi letture
SVINCOLATI AIC EQUIPE CAMPANIA - Agonismo e combattività: i marchi di fabbrica di Vincenzo Guarino

Tra gli elementi che compongono la batteria difensiva dell'AIC Equipe Campania, c'è Vincenzo Guarino, centrale difensivo classe '95 con un passato nei settori giovanili di Napoli e Juve Stabia. Proprio con le Vespe, esordisce in serie B nell'ultima giornata della stagione 2012-13, a 18 anni appena compiuti: a gettarlo nella mischia è Piero Braglia nel pari esterno di Crotone, regalandogli oltre mezz'ora di gloria al posto di Jidayi. Una apparizione convincente che gli vale la riconferma in gialloblù dove chiude con altre quattro presenze in cadetteria dopo una prima parte di campionato disputata con la Primavera. Quindi avventure in Serie C con Arezzo e Ischia e, successivamente, una lunga militanza in D, categoria nella quale si stabilizza e raccoglie quasi 150 presenze in sei stagioni, vestendo maglie prestigiose come quelle di Siena, Torres o Potenza.

Guarino, che ormai da diversi anni sceglie l'AIC Equipe Campania per svolgere la preparazione precampionato, è aggregato dal primo giorno di ritiro al gruppo di stanza al "Vallefuoco" e il Responsabile tecnico Guglielmo Tudisco lo ha utilizzato praticamente in tutti i test programmati in questo percorso estivo. Guarino, impiegato perlopiù da titolare, è stato collocato sia come centrale in una difesa a quattro (a destra in coppia con Ioio o Sicignano), sia come braccetto, tanto a destra quanto a sinistra. E proprio in questi allenamenti congiunti sono emerse quelle che sono le sue caratteristiche di fabbrica: una grande fisicità e capacità di pressare sull'uomo accettando lo scontro diretto e la marcatura aspra. Anche per questo il difensore partenopeo può vantare una spiccata disinvoltura sulle palle inattive oltre ad una buona dose di cattiveria, agonismo e combattività che lo ha fatto emergere pian piano come leader difensivo che ben si sposa con un collega di reparto abile nell'impostazione. Al momento, dopo la chiusura della parentesi San Giorgio, sono in corso per lui alcune discussioni con diversi club di serie D: approcci che potrebbero determinare anche una trattativa vera e propria con un accordo finale. Si vedrà nei prossimi giorni.