Il Trento alza al cielo la Coppa Italia: battuto il San Giorgio

Eccellenza Trentino Alto Adige
14.12.2019 22:12 di Maria Lopez   Vedi letture
Il Trento alza al cielo la Coppa Italia: battuto il San Giorgio

Davanti agli occhi del presidente nazionale Cosimo Sibilia il Trento conquista la sua seconda Coppa Italia regionale della propria storia dopo quella alzata al cielo nel 2016. Nell'ultimo atto andato in scena sul campo in erba sintetica (e piuttosto ghiacciato) del centro sportivo "Galizia" di Laives la squadra guidata da Flavio Toccoli ha piegato per il 2 a 0 il San Giorgio grazie alle marcature nella ripresa di Baido e Sottovia.

Il match termina con lo stesso punteggio con cui si era chiusa la sfida di campionato disputata tre settimane a Brunico. Dopo il trofeo provinciale, conquistato sette giorni fa contro il Mori Santo Stefano, il Trento vince, festeggia e accede alla fase nazionale, in programma a partire da febbraio 2020 e che vedrà coinvolte tutte le formazioni che hanno vinto i rispettivi trofei regionali.

Mister Toccoli ha tutto l'organico a disposizione e si affida al "4-3-1-2": davanti a Conci la retroguardia è formata da Paoli e Pellicanò sugli esterni con Trainotti e Carella al centro. Capitan Pettarin agisce da playmaker davanti alla difesa con Caporali e Santuari interni, mentre Fortunato agisce da trequartista alle spalle del tandem formato da Sottovia e Baido.

Le condizioni non perfette del terreno di gioco condizionano la prestazione dei ventidue in campo. Il primo sussulto è di marca gialloblù: al 4' Baido ci prova direttamente su calcio piazzato e la sua conclusione, deviata dalla barrriera, termina la propria corsa a fil di palo con Negri Bevilacqua immobile.

Il San Giorgio reagisce e all'11' Conci blocca in due tempi il traversone scoccato da Gietl, poi Piffrader spara alto (19') e successivamente Aichner cerca i pali con un tiro d'esterno da fuori area che si perde a lato. I gialloblù si fanno vedere dalle parti di Negri Bevilacqua prima con Sottovia, la cui conclusione non trova la porta e poi con Fortunato, che da trenta metri non inquadra la porta.

Il primo tempo si chiude con una conclusione del pusterese Schwingshackl che Conci para a terra con sicurezza.

Nella ripresa il ritmo si alza e, dopo un tiro di Sottovia parato dal portiere altoatesino, il San Giorgio va vicino al gol con un diagonale di Orfanello, ben controllato da Conci e poi con un colpo di testa dello stesso numero dieci rossonero: traversone dalla destra e perentoria incornata del bomber pusterese, ma Conci è superlativo e respinge con Trainotti che poi mura il tentativo di rebound di Simon Harrasser.

Sul successivo calcio d'angolo Orfanello devia in rete dopo sponda di Althuber, ma l'arbitro annulla per posizione di offside dell'attaccante del San Giorgio. Il Trento torna a premere, entra Pietribiasi al posto di Fortunato con il "Condor" che si posiziona a fianco di Sottovia con Baido che si posiziona alle spalle del tandem avanzato.

Il tridente offensivo gialloblù si aziona al 75': verticalizzazione di Sottovia per Pietribiasi, che scappa veloce a destra e poi offre un assist d'oro a Baido, perfetto nel rimorchio e nella deviazione vincente da pochi passi.

Il San Giorgio si getta in avanti alla ricerca del pareggio con praticamente tutti gli effettivi, resta in dieci per l'espulsione per doppia ammonizione comminata a Schwingshackl e presta il fianco alle ripartenze gialloblù. E, al minuto 94, ecco che Sottovia - letale come sempre in zona gol - mette la parola "fine" all'incontro. Pietribiasi stoppa magnificamente la sfera a metà campo e poi lancia in campo aperto il centravanti, che si presenta a tu per tu con Negri Bevilacqua e lo infila di giustezza.

Finisce due a zero: la Coppa Regionale è gialloblù. E i trofei in bacheca sono già due.

Il tabellino.

San Giorgio - Trento 0-2

San Giorgio (4-3-1-2): Negri Bevilacqua; Gielt (42'st Lercher), Althuber, G. Brugger, Aichner; Cia, M. Ritsch, Schwingshackl; S. Harrasser (37'st Bachlechner); Orfanello (43'st L. Brugger), Piffrader. A disposizione: Prieth, Zulic, R. Harrasser, Passler, Fofana, T. Ritsch. Allenatore: Patrizio Morini.

Trento (4-3-1-2): Conci; Paoli, Trainotti, Carella, Pellicanò; Caporali, Pettarin (27'st Marcolini), Santuari (42'st Battisti); Fortunato (16'st Pietribiasi); Sottovia, Baido (37'st Ferraglia). A disposizione: Cazzaro, Badjan, Panizza, Celfeza, Comper

Allenatore: Flavio Toccoli

Arbitro: Boiani di Pesaro (Madzovski e Salerno di Bolzano).

Reti: 30'st Baido (T), 49'st Sottovia (T).

Note: spettatori 400 circa. Campo ghiacciato. Giornata soleggiata. Espulso al 43'st Schwingshackl (SG) per doppia ammonizione. Ammoniti Piffrader (SG) e Trainotti (T) per gioco falloso, Althuber (SG) e Pietribiasi (T) per reciproche scorrettezze. Calci d'angolo 4 a 4. Recupero 1' + 4'.