Quello che non doveva succedere: provocazioni triviali che alimentano le polemiche di Picerno-Lavello

13.04.2021 00:30 di Massimo Poerio   Vedi letture
Quello che non doveva succedere: provocazioni triviali che alimentano le polemiche di Picerno-Lavello

Non è stata una partita tranquilla quella di domenica scorsa tra Picerno e Lavello, derby della Basilicata del girone H di Serie D, vinto 3-1 in rimonta dalla compagine di casa. Abbiamo già scritto che, prima del match, la dirigenza ospite ha chiesto di misurare il campo (CLICCA QUI). A tale richiesta, qualche dirigente del Picerno, secondo quanto ci risulta, pare abbia storto il naso.

Ma, appena arrivato il fischio finale, gli animi non si sono calmati: così come potete vedere dalla foto, il dg dei padroni di casa, Vincenzo Greco, si è reso partecipe di un bruttissimo gesto verso la tribuna in cui siedevano i dirigenti della squadra ospite. Un qualcosa sicuramente figlio della trance agonistica, ma che andrebbero assolutamente evitati, soprattutto in virtù della diretta social del match. Il giudice sportivo, tra l'altro, ha squalificato proprio il dg Greco "Per avere, al termine della gara, assunto atteggiamento gravemente provocatorio e triviale all'indirizzo di un dirigente avversario".

Tornando al calcio giocato, proprio il risultato del match Picerno-Lavello non è stato omologato dal giudice sportivo.