Turris, tiene banco il toto allenatore: la situazione

16.05.2022 14:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Fonte: tuttoturris
Turris, tiene banco il toto allenatore: la situazione

In pieno divenire il casting intrapreso dalla Turris per scovare la guida tecnica in vista della prossima stagione. Le ultime indiscrezioni vedono un’importante novità nella rosa dei nomi valutati dal club biancorosso. Trattasi del milanese Massimiliano Canzi, classe 1966 ma che da soli due anni si è “messo in proprio” alla guida di una compagine di serie C, vale a dire l’Olbia, dopo una vita da vice al fianco di Mario Beretta e Walter Zenga tra Lecce, Salonicco, Torino, Siena, Brescia, Latina e Cagliari tra serie A e B, oltre alle esperienze da responsabile tecnico con le giovanili dei rossoblu. 

Con i sardi il suo battesimo in terza serie, condito da una salvezza tranquilla nel primo anno e da un prestigioso piazzamento playoff in quella appena conclusasi, culminata con l’eliminazione al secondo turno contro l’Entella, dopo aver espugnato a sorpresa il campo dell’Ancona.

Un profilo che stuzzicherebbe non poco la Turris, con una storia per certi versi simile a quella di Caneo, e che sarebbe balzato in pole nell’indice di gradimento dei corallini, superando i vari Occhiuzzi, Cudini e Paci, con questi ultimi due che restano comunque ancora in corsa (mentre con l’ex Cosenza non sarebbe scattato il feeling dopo i primi sondaggi).

Così come, per il momento, non va ancora del tutto scartata la pista Caneo, il cui rinnovo a questo punto avrebbe del clamoroso ma non è affatto da escludere, almeno fin quando non ci sarà l’atteso faccia a faccia con il presidente Colantonio. Appuntamento slittato di qualche giorno e non più procrastinabile oltre questa settimana, nel quale le parti potrebbero cordialmente salutarsi o trovare anche una convergenza insperata fino a pochi giorni fa. Anche perché, seppur vero che il trainer sardo è stato accostato a varie squadre, nessuna di queste avrebbe ancora fatto una mossa decisiva. Ecco perché uno spiraglio va lasciato ancora aperto, soprattutto qualora sia la Turris che Caneo dovessero essere ancora convinti che il proseguimento del rapporto possa essere la soluzione ideale per gli interessi di entrambi.