Desenzano Calvina, Franciacorta e Breno: le bresciane che vogliono stupire

17.09.2021 20:00 di Maria Lopez   vedi letture
Fonte: Brescia Oggi
Desenzano Calvina, Franciacorta e Breno: le bresciane che vogliono stupire

Desenzano Calvina in pole, Franciacorta e Breno outsider da non sottovalutare. Il campionato di serie D ormai alle porte - la prima giornata è in programma domenica alle 15 - vede le tre bresciane del gruppo B partire con ambizioni non irrilevanti e la volontà di essere protagoniste.

Il girone è di quelli tosti, con ogni probabilità più competitivo di quello della scorsa stagione, ma le rose allestite da Breno, Desenzano Calvina e Sporting Franciacorta nel corso del mercato estivo, in questo caso elencate in ordine rigorosamente alfabetico, possono dire la loro anche per le prime posizioni della classifica.

Quasi obbligata a puntare al vertice la squadra di Michele Florindo che, dopo le delusioni del recente passato e una campagna acquisti non certamente al risparmio, vuole provare a fare il salto di qualità definitivo. Vincere non è mai semplice, soprattutto quando la concorrenza è agguerrita e ben strutturata, ma il Desenzano Calvina ha le carte in regola per puntare al 1° posto finale, che è l’obiettivo non nascosto della dirigenza.

Gli acquisti di giocatori del livello di Giacomo Marangon, Grasjan Aliu e Nicola Ferrari rendono i biancazzurri i favoriti d’obbligo per puntare al salto tra i professionisti. Appena dietro ai gardesani sulla griglia di partenza, ma proprio di qualche centimetro, c’è il nuovissimo Sangiuliano City che ha preso il meglio di Nibionnoggiono eFanfulla per allestire una squadra ultra competitiva. Legnano, Casatese dell’ex Desenzano Calvina Giorgio Recino, con i gardesani capocannoniere del girone B con 21 reti, e Castellanzese sono tra le più accreditate candidate aunposto nei playoff. Posizione a cui vorrebbe ambire il rinnovato Sporting Franciacorta che con l’arrivo di Riccardo Maspero in panchina e gli acquisti di giocatori di esperienza e qualità come Ciro De Angelis e Felipe Sodinha può davvero puntare a stare costantemente nelle prime posizioni della graduatoria.

La Virtus Ciserano di Emanuele Bardelloni, la Folgore Caratese presieduta da Michele Criscitiello e il rinnovato Crema sulla carta partono davanti a un Breno che vuol stupire. La conferma di Mario Tacchinardi in panchina e di molti «big» in campo, a cui si è aggiunto Mattia Mauri, possono far sognare i tifosi granata. Mauri, insieme ad Alessandro Triglia, forma una coppia d’attacco come poche nella categoria,un duo che ha vinto il Pallone d’Oro di Brescia oggi, il più ambito riconoscimento del calcio dilettantistico bresciano.

La concorrenza è di altissimo livello ma il Breno potrebbe davvero essere una delle sorprese di un girone nel quale fare pronostici risulta tutt'altro che semplice, soprattutto con il potenziale offensivo che si ritrova, accresciuto dall’arrivo di Mauri. Nella seconda metà della griglia di partenza ci sono molte formazioni interessanti e che partendo a fari spenti potrebbero guadagnare molte posizioni. Tra queste ci sono certamente il Ponte San Pietro dell’ex punta del Franciacorta Alessandro Bertazzoli e il Brusaporto con alla guida Filippo Carobbio, che dalle nostre parti ha lasciato un ottimo ricordo a Ciliverghe sia da giocatore che da tecnico. Si preannuncia appassionante anche la lotta per non retrocedere. Competizione dalla quale si vorranno tener ben lontane Breno, Desenzano Calvina e Franciacorta che puntano ad essere tra le protagoniste di un campionato che si preannuncia combattuto e spettacolare.