Legnano, mister Brando: «Giochiamo una volta sì e tre no ma bisogna trasformare i...»

02.12.2020 16:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Fonte: Niccolò Crespi - varesesport
Legnano, mister Brando: «Giochiamo una volta sì e tre no ma bisogna trasformare i...»

Il Legnano sembra aver trovato la retta via. Nonostante alcune difficoltà iniziali, normalissime in un processo di crescita di una squadra nuova e molto giovane, nelle ultime due uscite i lilla hanno conquistato due vittorie: la prima contro il Gozzano (2-0) e la seconda domenica scorsa sul campo della Lavagnese nel recupero della 4^ giornata di campionato. Dopo il brutto ko nel derby contro la Castellanzese, dunque, sono arrivate le risposte sperate e mister Brando è soddisfatto dei suoi ragazzi. 

Contro la Lavagnese il suo Legnano è apparso concreto, cinico e molto attento. E’ stata la miglior partita della sua squadra finora?
“Probabilmente sì. Dopo aver vinto contro il Gozzano per noi è iniziato un nuovo percorso, una nuova vita soprattutto dal punto di vista psicologico. La squadra vuole migliorare sempre, crescere come gruppo e so che possiamo fare bene perché ne abbiamo le capacità tecnico-tattiche. Contro la Lavagnese è stata tosta, venivamo da qualche settimana di inattività e avevamo diverse assenze, ma siamo stati bravi e dovremo continuare così“. 

Marco Gasparri, in particolare, è sempre il più leader della squadra. Quale effetto ha suoi propri compagni di squadra?
“Marco è un gran lavoratore e quest’anno ho voluto dargli la fascia da capitano perché sono convinto possa fare bene per i suoi compagni e per se stesso. Si sente più responsabile, anche perché ormai conosce la piazza, e qui a Legnano è importante lavorare bene su tutti i fronti. È un ottimo capitano, non avevo grossi dubbi, ha esperienza e penso anche l’età giusta per ricoprire questo ruolo a livelli importanti. Spero possa rimanere a Legnano per tanto tempo”.

Quanto possono incidere sul campionato questi continui stop causa covid-19?
“Bisogna accettare questo momento storico e trasformare i problemi in soluzioni. E’ molto difficile ma non ci piangiamo addosso. Siamo reduci da due lockdown, giochiamo una volta sì e tre no ma speriamo di proseguire il nostro percorso e di continuare con i nostri risultati positivi, magari con una bella vittoria in casa la prossima partita”.