Domenica l'Arcetana cercherà il blitz contro l'ostica Agazzanese

17.09.2021 14:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Domenica l'Arcetana cercherà il blitz contro l'ostica Agazzanese

Dopo il pregevole pareggio casalingo di domenica scorsa contro la Cittadella Vis Modena, l'Arcetana ha l'obiettivo di centrare la prima vittoria ufficiale della gestione Pivetti: la seconda giornata di Eccellenza prevede una trasferta storicamente complessa per i biancoverdi, ma i nostri beniamini sono animati da una consistente dose di ragionevole fiducia. L'agenda di dopodomani, domenica 19 settembre, ha in serbo la trasferta piacentina sul terreno dell'Agazzanese: non si giocherà ad Agazzano, ma al "Fratelli Curtoni" di Borgonovo Val Tidone. Fischio d'inizio fissato per il consueto orario delle 15,30: il confronto sarà diretto dal sig. Dennys Pieretti di Parma, coadiuvato dagli assistenti sigg. Flavio Latifi di Piacenza e Jonas Blondon Nkekeu Teulem di Parma. Anche stavolta, l'ingresso in tribuna sarà consentito soltanto ai possessori di green pass.

Intanto, la settimana biancoverde è stata contraddistinta da una novità di rilievo: "Da ora in avanti potremo contare su un ulteriore rinforzo in attacco, che già domenica sarà a disposizione di Pivetti - annuncia il ds Fabio Chiarabini - Si tratta di Franco Iossa, classe 2002 proveniente dallo Sporting Chiozza con la formula del prestito: lui è cresciuto nei settori giovanili di Sassuolo e Modena, poi nel 2020/21 ha vestito la maglia della Bagnolese Juniores. A Iossa va ovviamente il nostro più cordiale benvenuto".

Con Matteo Barbieri c'è inoltre spazio per soffermarsi sullo 0-0 della scorsa settimana: "Il nostro percorso in questa nuova Eccellenza si è aperto con un risultato di notevole spessore, e chi ha seguito la partita lo sa bene - spiega il difensore dell'Arcetana - Nella fattispecie, la divisione della posta in palio rispecchia in modo fedele l'andamento della gara: siamo riusciti a duellare alla pari, contro un'avversaria che sulla carta presenta potenzialità superiori rispetto alle nostre. Per noi si tratta di un premio meritato, che gratifica il grande lavoro svolto fin qui: la prova contro la Cittadella è figlia dell'attenta preparazione che abbiamo portato avanti anche nei giorni precedenti, senza ovviamente dimenticare i meriti specifici dell'allenatore. Mister Pivetti ha saputo darci un'impostazione davvero convincente, pure dal punto di vista tattico".

L'Agazzanese è allenata da Gianluca Piccinini, che nel recente passato ha avuto un ruolo da protagonista nel calcio reggiano dirigendo il Brescello in Promozione. A livello di risultati, i piacentini si sono resi autori di un avvio non così esaltante: in Coppa è arrivata la sconfitta ai rigori sul campo della Pontenurese di Promozione, mentre domenica scorsa i granata hanno pagato dazio per 3-0 a Traversetolo in occasione della prima di campionato. "Ai fini dell'impegno che ci attende, tutto ciò ha un significato molto relativo - osserva Barbieri - Le difficoltà dell'Agazzanese non devono affatto autorizzarci a pensare che si tratterà di una gara semplice: per rendersene conto, basta osservare i grandi nomi che compongono l'organico amaranto. In particolare, loro sono contraddistinti da un attacco di primissimo ordine: l'ex professionista francese Julien Rantier è un nome di lusso per l'Eccellenza, così come Salvatore Bruno che ho già avuto modo di marcare in serie D. Noi difensori dovremo quindi fare gli straordinari, ma il compito non mi spaventa: al contrario credo che affrontare una squadra con giocatori di questo calibro sia un autentico onore, per me e per tutti noi".

I problemi di infermeria che l'Arcetana ha dovuto fronteggiare di recente sono ormai risolti: salvo sorprese dell'ultima ora, a Borgonovo i biancoverdi si presenteranno al completo. "Ciò rappresenterà un buon aiuto, nel portare avanti il disegno di vittoria che inevitabilmente ci prefiggiamo - sottolinea Matteo Barbieri - Se riuscissimo a espugnare il terreno dell'Agazzanese, si tratterebbe di un'impresa storica per l'Arcetana: di conseguenza il nostro slancio motivazionale sarà davvero notevole, e il pari di domenica scorsa ci dà senza dubbio un'ulteriore dose di salutare autostima. Al tempo stesso, se dovessimo piazzare il blitz, ritengo che sarebbe giusto tenersi lontani da eccessivi voli pindarici con la fantasia: un eventuale successo costituirebbe un risultato di primissimo piano, che tuttavia non autorizzerebbe a maiuscoli proclami in merito agli obiettivi stagionali. L'elevato livello di difficoltà che contraddistingue questo girone A è sotto gli occhi di tutti, ed è già emerso nei primi 90 minuti: dunque, qualsiasi sarà il punteggio di domenica, il nostro preciso compito resterà quello di continuare a lavorare senza sosta per migliorarci in maniera costante. A livello personale non ho problemi dal punto di vista fisico, e mi reputo soddisfatto per ciò che sto costruendo - aggiunge il difensore classe 2001 - Di conseguenza anche io sono nelle condizioni giuste per provare a dare un contributo fattivo, sia domenica sia in tutte le altre sfide che sosterremo durante la stagione".