Buona notizie per il Castellarano: si è svuotata l'infermeria

Promozione Emilia Romagna
21.02.2020 23:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Buona notizie per il Castellarano: si è svuotata l'infermeria

Il successo casalingo di domenica scorsa, 1-0 contro il Persiceto, ha avuto una funzione davvero corroborante per il Castellarano. La Prima squadra proveniva infatti da un periodo opaco sul fronte dei risultati, con soli 2 punti raccolti in 3 partite: peraltro 7 giorni prima era arrivato il severo stop sul campo del Baiso Secchia, e dunque contro i bolognesi era assolutamente necessario ottenere un immediato e tangibile riscatto.

Ora, gli azulgrana si avvicinano al prossimo confronto con nuove e confortanti consapevolezze: un ottimo punto di partenza, in vista della sfida contro una tra le maggiori potenze del girone B di Promozione. Domenica prossima, 23 febbraio, si scenderà in campo per la 24esima giornata: dalle ore 14.30 i nostri beniamini saranno di scena al "Caduti di Superga" di Vignola, ovviamente per fronteggiare i padroni di casa modenesi. I rossoverdi di mister Salvatore Giardina sono terzi in classifica, e peraltro provengono da una striscia utile che dura da 4 gare: di conseguenza, la formazione allenata da Roberto Lanzafame è attesa da un altro banco di prova decisamente ostico, che darà ulteriori indicazioni di spessore sui reali orizzonti del Castellarano in questo campionato.

"Credo che il successo sul Persiceto costituisca un efficace punto di ripartenza - spiega il difensore azulgrana Alessandro Messori - Siamo stati capaci di interpretare la sfida nel migliore dei modi, sia sotto l'aspetto della costruzione del gioco sia per quanto riguarda l'indole caratteriale. Ritengo che i tre punti siano meritati, anche perchè siamo stati noi a manifestare la maggior dose di vivacità: l'unica nota stonata, se così la possiamo definire, è rappresentata dalle occasioni da gol che abbiamo vanificato. Se avessimo manifestato un tocco in più di precisione sotto porta, la vittoria sarebbe arrivata con maggiore tranquillità".

Ora gli obiettivi sono puntati sul duello con la Vignolese: il confronto di andata, giova ricordarlo, è terminato a reti inviolate. Innanzitutto, come vi presenterete contro i rossoverdi?

"La situazione è davvero positiva, perchè finalmente l'infermeria è del tutto sgombra. Purtroppo avremo l'assenza dello squalificato Sandro Koduah, ma il resto della squadra sarà schierabile senza problemi. Come sapete, fin qui il Castellarano ha dovuto affrontare svariati inghippi legati a problemi fisici di varia entità: adesso, il fatto di non avere infortuni deve rappresentare un ulteriore trampolino di lancio per lasciare il segno in maniera positiva. Ora, mister Lanzafame ha molte soluzioni in più a propria disposizione: inoltre, lo svuotamento dell'infermeria rappresenta un buon toccasana pure sotto il profilo psicologico".

Al di là di questo, quali doti serviranno per prevalere sulla Vignolese?

"Affrontare i rossoverdi è sempre un compito molto complesso, per noi e non solo. I modenesi hanno una linea difensiva davvero coriacea, e in più i loro goleador sono capaci di disorientare le retroguardie avversarie: basti pensare che la Vignolese ha il secondo miglior attacco del girone con 46 reti messe a segno, e si tratta di una consistenza numerica che parla davvero chiaro. Per quanto ci riguarda, noi siamo una squadra che sa costruire una circolazione di palla quanto mai efficace: sarà necessario insistere parecchio su questo punto, mettendo in difficoltà i padroni di casa con una ragnatela di gioco contraddistinta da attenzione e precisione. In buona sostanza non dobbiamo essere frettolosi, ma pazienti e al tempo stesso spavaldi".

Da qui in avanti, ogni punto in palio pesa parecchio ai fini degli obiettivi stagionali: sia in chiave play off, sia per evitare i play out. Temi che tutto ciò possa causare qualche problema al Castellarano, sotto il profilo del nervosismo?

"A essere sincero, credo che il nostro gruppo abbia raggiunto la freddezza necessaria per isolarsi dalle tematiche e dai condizionamenti legati alla classifica. Al momento, siamo soltanto concentrati sulla necessità di macinare il maggior numero possibile di punti: una necessità che ha l'assoluta precedenza su ogni altra valutazione di più ampio respiro".

In ambito personale, come sta andando la tua annata nelle file del Castellarano di Promozione?

"A inizio stagione non ho giocato tantissimo, ma ultimamente sto trovando crescenti spazi. Di conseguenza, sono grato allo staff tecnico e anche ai miei compagni di squadra: credo di essere in crescita, e comunque da qui in avanti avrò il preciso compito di migliorare ancora".